La notizia ha dell’incredibile. Due mafiosi condannati otto anni fa a 24 anni di reclusione dal Tribunale di Gela sono liberi da 6 anni perché il giudice che emise la sentenza, Edi Pinatto, non ne ha ancora scritto le motivazioni. E’ uno scandalo che lascia senza fiato.
Ho sempre difeso l’indipendenza della magistratura e continuerò a farlo: in uno stato democratico ciò è la più grande garanzia per i cittadini. Ma anche la magistratura è al servizio dello Stato è deve assicurare che il denaro pubblico destinato all’amministrazione della giustizia sia speso secondo criteri di efficienza e di efficacia. Un giudice che non trova il tempo di scrivere una sentenza otto anni dopo averla pronunciata deve essere cacciato. Pinatto nel frattempo trasferitosi dal Tribunale di Gela alla procura di Milano anche qui si è fatto la fama di fannullone tanto da essere stato censurato dal capo del suo ufficio per il suo "basso rendimento" nelle inchieste milanesi di cui è titolare. Il presidente del Tribunale di Gela aveva segnalato da tempo il caso al Csm (Consiglio Superiore della Magistratura, organi di autogoverno dei giudici) ed al ministero della Giustizia. Nel 2004 il Csm lo condannò alla perdita di due anni di anzianità. Poiché non accadde nulla l'accusa chiese alla sezione disciplinare del Csm di erogare la massima sanzione prima della rimozione, ma Pinatto se la cavò con altri due mesi di perdita di anzianità. Ora io mi domando: come è possibile che in otto anni nessuno sia intervenuto? Il Presidente del tribunale di Gela lo ha fatto dopo ben quattro anni (!) E il capo del suo ufficio dov’era? E i Ministri della Giustizia che si sono succeduti dove erano? Come mai capi degli uffici, Ministro della Giustizia, Csm sono stati tutti invece così rapidi quando si è trattato di accusare De Magistris e la Forleo che avevano messo sotto accusa i politici e poteri forti? Anche ai Magistrati vanno applicate regole ferree in termini di produttività del lavoro e meccanismi terzi di valutazione che determinino sanzioni automatiche, compresa la loro rimozione e licenziamento. E il Csm sia veramente organo di autogoverno della Magistratura e non organo di fatto votato alla difesa dei giudici “a prescindere”.

Commenti   

#4 massimo.ancona 2008-03-16 13:55
I comuni cittadini possono far poco per evitare comportamenti censurabili, sia dei giudici, sia del CSM, sia (molti) dei politici e dei pubblici amministratori.
IDV dovrebbe (già lo fa) diffondere maggiormente la conoscenza da parte dei cittadini di ogni tipo di comportamento censurabilie, utilizzando i media a maggiore diffusione.
Questa è la sola speranza dei ciddadini onesti.
#3 MARIA FAZIO 2008-03-16 12:40
Gentile Onorevole,
ricevo sempre le news che pubblicate ma oggi mi sorge spontanea una domanda: cosa possiamo fare noi cittadini italiani di fronte a questo scempio? Penso che ognuno di noi abbia "sopportato" situazioni in cui qualche "pre-potente" abbia abusato della sua veste pubblica, ci siamo ribellati, abbiamo adito le vie gerarchiche, sindacali e legali ottenendo solo schiaffi in faccia e, talvolta, peggiorando la situazione.
In Italia siamo ormai nella condizione per cui il cittadino onesto rimanga impotente contro gli abusi di potere. I punti sono due: o ci arrendiamo o ci facciamo giustizia da soli.
Apprezzo molto l'interesse che Italia dei Valori nutre per questi problemi ma, personalmente, non mi sento "da sola" in grado di risolvere problemi più grandi di me perchè per averlo fatto ne ho pagato le conseguenze e... sono ancora qui a leccarmi le ferite.
#2 a.lora 2008-03-16 09:52
Ma allora di fronte a questa schifezza (e perchè è venuta alla pubblica attenzione solo ora?) e di fronte alla denuncia fatta anche dal Capo dello Stato non si fa nulla? Forse perchè anche quella di quest'ultimo si configura solamente come una semplice tiratina d'orecchi alla casta dei magistrati? Voglio proprio vedere come andrà a finire: secondo me se ne parlerà per un paio di giorni e poi la cosa sarà insabbiata .... per altri 8 anni. Siamo un paese allo sbando totale!!!!
#1 claudiacolt 2008-03-16 08:03
E' veramente un fannullone? Inoltre non c'era nessun altro che avrebbe potuto accelerare la cosa?Molto strano!!!! Io avrei molti dubbi in proposito anche perche', come avete notato anche voi, nel caso De Magistris e Forleo invece , tutto e' avvenuto nel piu' rapido dei modi per timore di dover toccare qualcuno. Che razza di paese siamo? C'e' veramente da vergognarsi perche' permettiamo che avvengano queste cose!

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.