Nella nuova finanziaria è previsto, grazie a un emendamento di cui sono primo firmatario, un indennizzosotto forma di assegno vitalizio mensile, per i thalidomidici. Si tratta di persone con varie disabilità soprattutto agli arti (dismelie, amelie, etc.), causate dall'assunzione durante la gravidanza delle madri del principio attivo "talidomide", venduto in Italia ufficialmente dal 1959 al 1962.

Dopo 50 anni di sofferenze di questi soggetti e delle loro famiglie, è finalmente riconosciuto ad essi un giusto indennizzo. Quel farmaco era stato introdotto sul mercato tedesco, con il nome di Contergan, da un’industria farmaceutica, che ne aveva curato la diffusione in diversi altri Paesi, disseminando, così, in ciascuno la sventura dei bambini deformi e la disperazione delle famiglie: 6.000 nella Germania Occidentale, 400 in Gran Bretagna, 100 in Svezia e molti altri altrove, per un totale compreso, secondo caute stime, tra 8.000 e 10.000 casi. In Svezia, grazie a vigorose pressioni esercitate dalla stampa e dall’opinione pubblica, l’industria produttrice di specialità medicinali contenenti talidomide è stata indotta a versare, per ogni bimbo colpito dagli effetti del farmaco, una rendita annua. Così in Gran Bretagna ed in Germania. Tutto ciò non è bastato a restituire quanto è stato tolto alla vita di un bambino, né a concedere assoluzioni alla responsabilità dell’intero sistema. Ma certamente è servito ad alleviare le sofferenze degli interessati e delle loro famiglie. Ma in Italia, nulla di ciò era sin qui avvenuto. Il 29 febbraio 2007 avevo presentato un disegno di legge, che in sede di Legge finanziaria il Gruppo parlamentare di Italia dei Valori ha fatto suo e che si è tradotto in un emendamento, a mia firma, accolto in Commissione Bilancio e successivamente approvato da entrambi i rami del Parlamento. Ora è legge dello Stato e lo stanziamento previsto è di 40 milioni di euro per il 2008 e di 5 milioni per gli anni successivi. Sono molto orgoglioso di essere stato lo strumento, e con me Italia dei Valori, per rendere finalmente giustizia a persone e famiglie che hanno tanto sofferto.

Commenti   

#7 giodelma 2008-06-25 12:01
CARO ONOREVOLE, A LEI NON POSSIAMO CHE RINGRAZIARLA SEMPRE PER L'IMPEGNO PROFUSO E PER TUTTO CIO' CHE CONTINUA A FARE PER NOI THALIDOMIDICI. MA I MESI PASSANO E SINCERAMENTE COMINCIO A PENSARE CHE QUESTO DIRITTO SIA STATO RIPOSTO IN SOFFITTA. CI FACCIA SAPERE QUALCOSA. GRAZIE. GIOVANNI DEL MASTRO DA ANDRIA (BA).

*******************************

GENTILE MINISTRO SACCONI,

MI CHIAMO GIOVANNI DEL MASTRO E VIVO AD ANDRIA (BA)

SONO FOCOMELICO DALLA NASCITA (11/05/1961) HO 47 ANNI.

SIAMO STANCHI DI ASPETTARE ANCORA.

VIVERE SENZA BRACCIA E DIPENDERE SEMPRE DA QUALCUNO E' DIFFICILE.

STIAMO INVECCHIANDO E CON NOI INVECCHIANO ANCHE COLORO CHE CI ACCUDISCONO.

NELLA FINANZIARIA 2008, COMMI 361, 362, 363, 364 E' PREVISTO UN VITALIZIO A NOSTRO FAVORE.

LE ALLEGO GLI ARTICOLI APPENA CITATI.

NON MI ILLUDO, MA MOLTO SOMMESSAMENTE LE CHIEDO SE POSSIAMO SPERARE ANCORA IN QUESTO GIUSTO BENEFICIO O DOBBIAMO

CONVINCERCI CHE " NON C'E' PIU' NIENTE DA FARE, E' STATO BELLO SOGNARE".

SPERO DI RICEVERE ALMENO UNA RISPOSTA, NEL BENE O NEL MALE.

RINGRAZIO PER LA CORTESE ATTENZIONE CHE VORRA' DEDICARE A QUESTA MIA.

GRAZIE.

GIOVANNI DEL MASTRO - FOCOMELICO DALLA NASCITA
ANDRIA (BA)
CELL. 338/8268243
E-MAIL:
#6 FIDUCIA 2008-03-19 12:03
Sono Giovanni da Andria. Ho 47 anni, sono nato nel maggio del 1961. Focomelico grazie al talidomide, senza braccia e con la gamba destra più corta di 19 cm. Volevo solo ringraziarla per la sua sensibilità e impegno. Con grande riconoscenza, La saluto, augurandole una Buona Paspua. E che sia una Pasqua di rinascita per noi talidomidici.
Grazie. Giovanni Del Mastro - Andria (Ba).-
#5 putorti 2008-01-24 19:22
Gentilissimo onorevole, mi unisco ai ringraziamenti degli amici daneggiati dal Talidomide, che dopo tanti anni finalmente hanno la loro giusta "giustizia" e le assicuro che io, come mamma di una danneggiata da vaccino in maniera grave ed irreversibile, che ha atteso "solo 25 anni" comprendo benissimo la loro situazione e condivido la loro gioia.un abbraccio a tutti gliamici danneggiati e ancora grazie a Lei e al Suo impegno.
Carmela
#4 putorti 2008-01-24 19:22
Gentilissimo onorevole, mi unisco ai ringraziamenti degli amici daneggiati dal Talidomide, che dopo tanti anni finalmente hanno la loro giusta "giustizia" e le assicuro che io, come mamma di una danneggiata da vaccino in maniera grave ed irreversibile, che ha atteso "solo 25 anni" comprendo benissimo la loro situazione e condivido la loro gioia.un abbraccio a tutti gliamici danneggiati e ancora grazie a Lei e al Suo impegno.
Carmela
#3 franca 2008-01-14 21:53
On. Borghesi desidero aggiungermi al ringraziamento del caro amico Giancarlo, anche io sono una talidomidica di 45 anni, che sino a poco tempo fa viveva nell'ingiustizia subita dai danni del talidomide, grazie al Suo impegno verso di noi ora si è aperto uno spiraglio concreto.

Grazie di cuore

Franca






















Franca
#2 ef2000tx 2008-01-01 14:18
Complimenti ottima novita'.
#1 Giancarlo 2007-12-22 14:53
Sono un talidomidico di 45 anni, voglio ringraziarla per il suo impegno profuso nei confronti dei talidomidici italiani.
Dopo quasi 50 anni di silenzio, grazie a Lei, un pò di giusizia è stata fatta.
Con riconoscenza
Giancarlo

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.