Uno studio di fattibilità per l’offerta trasportistica nell’area dello Stretto di Messina costa 200.000 euro, la stessa cifra che basta ad istituire nuove aree marine protette (anche se quelle della Costa del Monte Conero e di Capo Testa-Punta Falcone richiedono 300.000 euro, quanto l’aiuto dovuto ad una piccola Orchestra di Verona…).

L’ Istituto nazionale di genetica molecolare riceve quanto l’ Istituto Latino-Americano; il Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico riceve contributi quanto l’ attività di promozione sociale e tutela degli associati svolte dalle associazioni combattentistiche, le assunzioni del personale Vigili del fuoco e soccorso pubblico costano quanto il recupero delle lettere, dei materiali, dei documenti storici I° guerra mondiale (che celebrarne il centenario costerà 8 mln, quasi quanto il fondo per le politiche giovanili).

All’Istituto Nazionale Ricerche Turistiche (ISNART) per per promuovere «Marchio Ospitalità Italiana» viene dato quanto al Fondo nazionale infanzia e adolescenza; all’ Ospedale Gaslini di Genova ( che gode di UN QUINDICESIMO del contributo all’ ospedale Bambin Gesù proprietà dello Stato del Vaticano) 500.000 euro in meno degli interventi di recupero e di valorizzazione dei luoghi della memoria.

Dopo lo studio, il trasporto marittimo veloce tra le città di Messina, Reggio Calabria e Villa San Giovanni costerà 3 mln cioè quanto il fondo nazionale per le politiche e i servizi dell'asilo, ma sempre meno dell’ emergenza batterio Xylella fastidiosa che costa quanto il trasporto marittimo veloce nello Stretto di Messina… sono due velocità diverse.

Completare la diga di Molfetta costa quanto il piano nazionale di tutela e gestione risorsa idrica.

Il fondo per i lavori socialmente utili in Calabria è lo stesso di quello unico per lo spettacolo, un aiuto al Policlinico Gemelli (sempre di proprietà dello Stato Vaticano) costa quanto assumere il personale del Comparto Sicurezza; completare la Salerno Reggio Calabria (al netto dei 10 anni ci contributi per lo stesso fine) costerà 7 volte gli interventi per l’ internazionalizzazione delle imprese italiane.

50 mln per una effettiva “legge mancia” rinominata in maniera aulica 6000 campanili, che i parlamentari potranno distribuire ai loro sostenitori; o 50 mln all’editoria che altro non è che giornali di partito che servono solo ad assumere deputati trombati.

100 mln per i lavori socialmente utili di Napoli e Palermo, 70 per le emergenze nazionali.

140 mln per gli interventi forestali in Calabria , 20 mln in più di quelli per la mobilità sanitaria nazionale.

Vi gira la testa? O sentite la nausea? A me prudono le mani.

Perché un sistema che continua a scambiare mance in cambi di consensi è un paese che non conosce crisi economica, ma soltanto un impunita capacità a riciclare i propri equilibri.

Servirà almeno agli italiani a capire che non serve salire sui tetti o mascherarsi da condottiero? Attraversare lo stretto a nuoto non ha certo impedito che questo ingoiasse mln di denaro pubblico …

Commenti   

#1 paolo.brufani 2014-01-04 02:43
vorrei sapere l'ammontare degli affitti di caserme carabinieri, polizia, finanza, forestale, ecc. ecc.

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.