Chiuse le urne, tutti concordi su un dato : ha vinto l’astensionismo. Il partito in aumento esponenziale di chi dice NO: e non lo fa mandando a fanculo il mondo, oppure inseguendo un magistrato piuttosto che un imprenditore. Dice no al sistema di quei Partiti, movimenti e liste che sono sempre più espressione solo degli interessi e del voto della propria classe dirigente, che ha imparato a truccarsi di democraticità talvolta con l’uso della rete, spesso ancora andando di persona a sentire (senza mai ascoltare) la disperazione del popolo.
Abbiamo visto Marino dappertutto, abbiamo letto i bilanci di Alemanno secondi per affidabilità solo ai suoi allarmi, abbiamo tutti condiviso gli spot di ARfio Marchini, - fantastica caricatura della rete- per esorcizzare il fenomeno palazzinaro in politica.
Ora però mi preme sottolineare che il risultato romano lusingasse le ambizioni elettorali su scala nazionale. La tenuta del Pd, il crollo del 5 Stelle e il calo del Pdl sono fenomeni locali, mentre è 'astensione dilagante il dato che ha un significato nazionale. Perché impone una sola e unica richiesta: quella del superamento di contrapposizioni faziose e di un buon governo, versante dal quale siamo tutti ancora in attesa di notizie!
“Chi de’ speranza vive disperato more”: il romano è cinico, disincantato, autoironico. E può essere che stavolta stia anticipando o inasprendo tendenze generali : non è la gente che ha abbandonato la politica, ma la politica che ha abbandonato la gente.
I partiti hanno smesso di interpretare un principio o un’ideologia quando questi stridevano con un preciso conflitto di interessi, allora politico. Banche, cooperative, assicurazioni , un mondo finanziario che ha alimentato la storia ultima della sinistra italiana che per potersi affrancare dalla propria identità ha spostato il baricentro un po’ in mezzo, laddove il capitalismo poteva essere anche tollerato, e la lotta operaia veniva ben retribuita. Il potere mediatico e comunicativo di Berlusconi ha solleticato l’appetito della destra che dovendo riuscire a superare quanto di più grottesco esprimeva con alcuni suoi movimenti fondamentalisti sperava di banchettare con il popolo del magna magna e diventare un po’ liberal.
Quando entrambi si sono ritrovati schiacciati dai centrismi occulti, che avevano organizzato la propria gestione del partito in base agli interessi di cui sopra, non ne sono più usciti. Questa la classe dirigente che ha dislocato i suoi uomini sul territorio, ha adescato i profili migliori per la funzionalità al potere, ha sviluppato una cultura di moderatismo politico che promettesse tutto quello che qualcuno gli avrebbe chiesto di non fare ( l’Europa, grande alibi!) , che coniugasse valori di svariate accessibilità, ma soprattutto che sapesse riempire la pancia degli italiani di aria… Non avrebbero sentito la fame e, vedendosi dimagriti, se ne sarebbero pure compiaciuti!
Lega , Italia dei Valori, Movimento 5 Stelle invece volevano superare il concetto dell’ ideologia e dare una risposta concreta al dissenso; chi valorizzando il proprio territorio, chi la propria moralità, chi i propri muscoli … Se il cambiamento della linea politica si è avvertito meno, tanto comunque è stato per esigenze elettorali.
La stessa organizzazione che non potendo sfacciatamente darsi un sistema verticistico ha usato concetti di condivisione stravaganti: i riti pseudo-celtici dell’acqua che libera il popolo , o le nostre votazioni per acclamazione, fino alla vittoria sbagliata delle “quirinarie” per un candidato poi querelato. Alla fine però anche in queste realtà nate e cresciute per accumunare menti e braccia, che volevano costruire un paese migliore, quei concetti ideali sono diventati una piramide di incarichi e relativi interessi più o meno remunerativi o remuneranti. Del verde delle camicie è rimasto quello degli smeraldi africani, le nostre mani pulite hanno sporcato numerosi consigli regionali, e le stelle di Grillo si sono spente il primo giorno che gli è stato acceso un faro.
Il paese ora ha una sola giusta convinzione: che la democrazia è ormai procedura di palazzo, e non più gestione della polis. Se la democrazia vuoi dei partiti piuttosto che delle liste non mi rappresenta più, a dispetto dell’offerta di una cartella elettorale alta quanto un bambino, allora il voto a che serve? Ad alimentare questo o quell’ appetito, a modulare questa o quella idea, a stabilizzare questo o quell’ordine.
A gestire quella casta.
Questa è la drammatica distanza che divide politica e società, senza caricare il voto di significati troppo "paradigmatici”: a dispetto dei sondaggi a livello nazionale, il M5S non va al ballottaggio in nessun comune capoluogo, e nel complesso del voto amministrativo perde tra la metà e i due terzi dei consensi. Le Larghe Intese, per quanto necessarie o necessitate non hanno entusiasmato nessuno: se il Pd non molla il Pdl traballa .
Governano insieme a livello nazionale, e si sfidano ai ballottaggi a livello locale. Uno contro l’altro, non sarà mica perché forse è la giusta alternanza della democrazia ?


Commenti   

#2 poetalc 2013-06-13 23:26
Egregio Onorevole Borghesi
la ringrazio innanzitutto della pubblicazione del mio commento o lettera a prima pagina del suo blog oggi per mia ricerca in Google del nome e cognome e del giorno , mese e anno della denuncia a Draghi per un fatto strano di una foglia di magnolia marrone antico chiaro infilatesi domenica 9 giugno nel taschino della mia giacca con l' increspatura di un gabbiano NERO STILIZZATO mentre aspettavo l'autobus delle ore 11.03 nel quartiere del Saval a Verona , Ovviamente non è uscita la ricerca della denuncia sul nome e data di chi è partito primo , secondo o terzo comunque nella speranza che le cose si aggiustano per l'italia e l'europa con o senza il nuovo governatore della BCE avendo ancora stampato il ricordo sul più semplice espansivo e simpatico Dott. Triquet che mi ricordava un servizieole pinquino VOGLIO sperare sulla delega personale al nostro venerando Presidente della Repubblica affinché a Bruxelles dal 28 giugno sulla riunione, Francia, Spagna ,si interessi a mio nome e indirizzo sul esito dei MIEI 5 PROGETTI al esame europeo
Rispondi
a me
Accusiamo ricevuta del vostro messaggio. Provvederemo quanto prima a inviare una risposta.

Dati personali
Tipo: Signor
Cognome: crocco
Nome: luigi
Nazionalità: italiana
Indirizzo postale: Via Marin Faliero, 43
codice postale: 37138
Città: verona
Paese: Italia

Dati sulla petizione
Nel caso in cui la commissione per le petizioni dichiarasse ricevibile la vostra petizione, siete d'accordo affinché quest'ultima venga trattata pubblicamente. SÌ
Autorizzate l'iscrizione del vostro nome in un registro pubblico, accessibile da Internet? SÌ

Titolo della vostra petizione: " SULLA RISOLUZIONE EUROPA 6 LUGLIO 2011 il mio PROGETTO FINAZIARIO GLOBALE a ridurre gli oneri assicurativi In Italia finanziando PICCOLE, MEDIE E GRANDI IMPRESE PER AUMENTARE E GARANTIRE L'OCCUPAZIONE +2+3+4+5 progetti unisoni .
Al Presidente delle commissioni per le petizioni e denunce Dott.ssa Erminia Mazzoni. Verona, 3 marzo 2013 ore 15.23 I° sollecito Rif. Petizione n.0212/2012 (da citare in tutta la corrispondenza) Scusandomi del ritardo sulla Vostra pregiata 9.7.2012 ma ancora come semplice cittadino dopo inutili tentativi con solo le mie forze di mezzi e salute dal 2005 poi dal 2009 ipotecando la mia pensione per 10 anni ad una finanziaria sullo sforzo di portare a conoscenza anche al ultimo governo Sen. Monti 2012 l'ultima RISOLUZIONE in Europa 6 LUGLIO 2011 su 23 milioni (o più ) di persone economicamente attivi al lavoro che rischiano la disoccupazione o l'indigenza dove già 8 milioni forse più in Italia non arrivano alla fine del mese su 36 milioni ? Di Salari e pensioni al INPS ! Per l'inflazione o svalutazione interna 72.22% e più (unico caso abnorme in Europa) dal 2001 , 50% per i prezzi raddoppiati al consumo + 22,22% per l' inflazione pre-calcolata virtuale sino al 2016 dal consiglio dei ministri 2001, per aumenti risibili 1% nel 2012 a povere pensioni , bassi e medi salari da 250 a 736 e 900,36 sulla soglia della povertà dal 2001 al 2003 ma dal 2008 non aumentabile dal governo Berlusconi la base salariale bassa per il costo del lavoro più alto del mondo 60% al INPS 50% al datore e 50% al lavoratore, per non aumentare l'inflazione. E così l'indebitamento dei nuclei famigliari per i tassi agevolati sui prezzi al consumo al acquisto casa, auto, viaggi ecc. oggi è circa 30.000 euro a persona anche a nuovi nati in famiglia per pagare tasse in aumento dal 2001 in media 20 miliardi in più al anno circa 240 miliardi sul bilancio dello Stato ma da questa mia ultima fotografia psicologica sul economia sociale continua diminuire l'occupazione e l'interesse dei giovani di cercare lavoro ecc., in Italia .
Ma già nel 2005 con la mia prima lettera aperta del Poetalc “ Come risolvere la crisi in Italia e in Europa con l'introduzione del euro doppio prima o dopo il crollo del nuovo insediamento “ ovvero dalla mia prima e unica fotografia psicologica col diritto d'autore obbligazioni mirate al sostegno dei bassi salari per le pensioni dove come semplice cittadino intuendo la gravità del problema inviai a tutto il governo di allora innumerevoli raccomandate ricevendo solamente innumerevoli ricevute di ritorno tranne una il 25 ottobre 2006 dal Capo Ufficio Consiglio del ministri Prof Romano Prodi , che le mie erano al attenzione del Ministro Rep. n° 6689 così inizia un fitto invio di lettere alla sua attenzione e il 25 .5.2007 alla Banca d'Italia , Verona , il funzionario firmò per ricevuta la sintesi sulla mia prima idea sollecitata nel 2001 dal Presidente Azeglio “ lotta alla povertà” per un progetto obbligazionario mirato ai salari nel garantire le pensioni ma dopo mesi il Dott Draghi mi fece rispondere dal funzionario di Verona che, non rispondeva ai privati sulle questioni istituzionali , quindi andai al Unicredit della mia agenzia del quartiere Sa val A Verona dove il direttore scrisse la sua relazione per il governatore della Mario Draghi , ma anche lui non ebbe risposta poiché era una cosa politica che doveva interessare solamente i rappresentati del governo e così scrissi l'ultima al Prof Romano Prodi allertandolo che , sulle riserve auree , minerarie, petrolifere di tutti i paesi vi era un' enorme risorsa obbligazionaria in Europa per cui annotò fuori dalla finanziaria di aumentare oltre le pensioni anche i salari a 1000 euro , e ai media di aver ricevuto uno scherzo goliardico molto intelligente da uno!
Ma crollando il suo governo crollarono le mie speranze sul nuovo dove inutilmente inviai il mio Dossier e altre raccomandate postali + e-mai al attenzione del nuovo Presidente del Consiglio Berlusconi e del Ministro del Tesoro Tremonti per la mia il 18.5.2006 al Presidente della BCE Triquet che ai media sembrava rispondere su alcuni miei quesiti , ma l'ultima il 1.9.2008 ritornò da Francoforte il mio Manoscritto coi sigilli postali rotti e in giornata rispedita in raccomandata con la lettera scritta a mano annotandola sul mio diritto di approvare il progetto obbligazionario di finanziare i salari se entro 90 giorni non ricevevo risposta , ma scomparve la raccomandata con la ricevuta di ritorno così il 17.2.2009 feci reclamo al ufficio delle Poste italiane, Agenzia 33 Verona (Quartiere Saval) ricevendo poi il rimborso delle spese 36 euro, essendomi impegnato sulla I^ e la II^ risposta avuta per il Presidente Dott Manuel Barroso che incaricò il Direttore della Commissione economica Irlanda , Italia, Malta, Slovenia il Dott. Jiurgen Kroger Bruxelles . N.° di registro ; SYB-2008-AAO187-ECFIN-187-1-UNKNOW-1 in data 15.02.2008 Egregio Sig. Crocco sulle sue proposte per risolvere la crisi in Italia con l'introduzione del Euro d'oro ed altro per pagare bassi salari e pensioni … E la II^ numero di registro SYB-2008-AAO529 in data 17.3.2008 ringrazio del interesse che mostra al nostro lavoro... e tengo a precisare che , le scelte in materia di politica sociale e dei redditi sono di competenza esclusiva a ciascun governo degli stati membri che risponde al proprio elettorato. Così consegnai la mia sintesi “Corrispondenza varie per l'euro d'oro” nelle mani della senatrice Anna Bonfrisco segretaria alla Presidenza della Repubblica rispondendo alla mia unica telefonata che , era un progetto mostruoso e di presentare altri progetti economici , poi il 6.5.2010 inviai al dott. Jungher Kroger tramite l'Email della Dottoressa Laura Bordone la richiesta di rispondere sul quesito del mio progetto “ Corrispondenza varia per l'euro d'oro” se era era fattibile o no, e perché , finanziare i medi e bassi salari anche parzialmente . Ma non ebbi risposta . E continuando ho scritto al Blog della casa Bianca e ad Avazz anche per 1 milione di voti di cambiare la Risoluzione europea al Italia di ri-perequare le tasse con l'Europa e di sostenere almeno in parte , con la garanzia della BCE e il controllo e gestione della Banca d'Italia , l'occupazione i salari , studenti e pensionati anche con un salario minimo garantito , ma oramai anche il mio computer , è crollato sul programma 2009 del Presidente Barack Obama di sostenere 18 milioni di Americani in difficoltà …...inally, the value of gold reserves to issue notes x plugging the serial number and the serial number on the contract value, the ingot split We accept comments in Italian also negative to update and refine the project Nb. Sole author and publisher since 2005 waiting for a response from the highest economic decision-makers of the Italian Government., Europe and America Poetalc luigi.crocco @ gmail.com Verona (Italy) Questa petizione in generale è molto importante per sollevare globalmente dalla crisi economica dei prezzi al consumo i medi, bassi salari , studenti e pensioni emettendo obbligazioni speciali mirate a sostenere sul vantaggio più che raddoppiato al occupazione sul investimento obbligazionario di x milioni di piccole , medie e grandi imprese -Esempio progetto + 1 : 36 miliardi annui per 10 anni a x milioni di piccole , medie e grandi imprese e aziende per diminuire minimo con 4.500 dollari e/o euro direttamente gli oneri assicurativi a 8.000.000 di medi e bassi salari sui parametri italiani , in America e ad ogni ogni altro paese in Europa. progetto + 2: obbligazioni a risparmio delle Banche convenzionate per aumentare in enne anni col l'ammortamento francese (capitale+ interesse) il valore della casa al mutuatario. Progetto +3 sollecitare da 3.000.000 a 10.000.000 milionari (capitale , denaro investito+ stipendio) e plurimilionari di donare in più 20.000 dollari o euro a testa = 60 o 200 miliardi annui per diminuire il debito pubblico e/o permettere l'emissione di obbligazionari special anche per acquisire maggiori privilegi fiscali e cittadinanza onoraria se e famiglia a card gratis: cinema, teatri, treni,autobus, stadi, musei ecc. Progetto 4 : Una mini-tax o Bonus Tax 1% su tutti i prezzi al consumo da 1 a 1.99 euro ecc. fino a tutte le operazioni giornaliere bancarie per ridistribuire la ricchezza della tassa ai redditi in difficoltà , ridurre tasse. tagli, la rata del debito pubblico ecc. Infine progetto 5 sul valore delle riserve auree emettere x banconote nel collegare il numero di serie e matricola a valore di contratto di lavoro sul lingotto d'oro frazionato.
Si accettano commenti in Italiano anche negativi per aggiornare il progetto e perfezionarlo
Nb. Unico autore ed editore dal 2005 in attesa di risposta dai massimi responsabili politici ed economici del governo italiano, Europa e America Poetalc Verona(Italia).
In ultimo non essendo un esperto sul mercato delle obbligazioni nazionali e internazionali ho voluto presentare a tutto il mondo un progetto matematico meglio mirato dal 2005 sulle eurobbligazioni dopo le elezione 2013 . E dal 2005 per Euro d'oro il mio progetto globale finanziario a tutti governi IN Italia a finanziare 8 milioni e più di bassi salari da 250 a 900,36 euro mensili , economicamente attivi a rischio di disoccupazione e indigenza, diminuendo col taglio minimo 4500 annui sulla durata del rinnovo annuale 5 o 10 anni = 180 0 360 MILIARDI , direttamente al INPS il cuneo fiscale più alto del mondo a moltiplicarne i vantaggi tramite l'acquisto o l'investimento obbligazionario di x milioni di piccole , medie e grandi aziende in difficoltà , anche ad assumere personale a causa del raddoppio dei prezzi 2001 cali al consumo e per inflazione più alta del mondo 72,22% dal 1999 . E Chiedo agli Stati e alla Commissione Europea almeno un premio di fedeltà sulla causa delle eurobbligazioni .
Cordiali saluti e ringraziamenti poetalc luigi crocco Verona, domenica 27.1.2013 ore 13.40 N.B :Dossier 500 pagine a richiesta + archivio e.mail + Blog : Email al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.. cari resistenti noi , voi politi-cando + Giornaletto di Paolo D'Arpini + Blog Presidente della Casa Bianca + Blog: Onorevole Antonio Borghesi del partito IDV Italia dei Valori: Egregio Antonio borghesi, questa sua relazione sul gruppo delle banche del pasco di siena l'ho già letta anche perché il problema è più grave di quanto si possa denunciare poiché fa parte del potere di discrezionalità oltre alle 3 cariche più importanti del Governo anche il governatore della Banca d'Italia non risponde ai privati sulle questioni istituzionali (così mi fu detto sul mio caso di finanziare i salari ) Anche perché' dal Decreto legge del governo Mussolini 1938 ? non ricordo ; La banca d'Italia non può fallire e neppure le associate iscritte alla Banca Centrale per cui oggi con la BCE sarebbero giustificati i 400 miliardi di euro che tanto velocemente sembravano il Prof Monti e il Dott. Draghi convincere la Merkell sullo spread , di darli alle banche che ne facevano richiesta al tasso del 1% di pura speculazione bancaria senza alcuna finalità sociale tanto che oggi pure la Merkell è in difficoltà sui salari , ma questa è solo una mia intuizione che potrebbe essere facilmente contestata come I^ tranche sul finanziamento in eurobbligazioni pluriennale dopo le elezioni 2013 in Europa , ma se si prende in esame la stabilità economica 2009 e la risoluzione del parlamento europeo 6 luglio 2011 a Strasburgo sulla crisi finanziaria , economica e sociale : Raccomandazioni e misure sulla crisi da adottare da Pag 1 of 12 Vista la decisione del 7 .10.2009 sulla costituzione, le attribuzioni, la composizione numerica e la durata del mandato della commissione speciale sulla crisi finanziaria, economica sociale (commissione CRIS) omissis viste le sue conclusioni in seguito alle proposte della sua commissione speciale sulle sfide politiche e le risorse di bilancio per una Unione europea sostenibile dopo il 2013 sul nuovo quadro finanziario pluriennale vista la relazione della commissione speciale sulla crisi finanziaria economica e sociale ( A7 -0228/2011A considerando che i costi sociali della crisi sono elevati, che l'occupazione del Unione europea ha subito una contrazione del 1,8% e di conseguenza, 23 milioni di persone economicamente attive si ritrovano disoccupate(9.6 del totale) che il tasso di disoccupazione giovanile è pari al 21% e permangono incerte le le prospettive di ripresa dei livelli occupazionali e che il 17% dei cittadini del unione rischia di diventare indigente omissis 11 sottolinea che anche le banche capogruppo situate negli stati membri hanno la loro parte di responsabilità nelle pratiche di credito irresponsabile , condotto dalle loro controllate in altri stati membri del Unione.... 12 sottolinea che tutti gli stati membri rivestono importanza sistemica : E chiede un pacchetto di riforme completo socialmente inclusivo e coesivo... - Punto 13 Chiede alla commissione di esaminare un futuro obbligazionario al fine di determinare le condizioni che rendano tale sistema vantaggioso per tutti gli stati membri che aderiscono nel area del Euro e nel suo complesso rileva che le eurobbligazioni raprresenterebbero una valida alternativa al mercato obbligazionario in dollari... - Punto 14- Sottolinea pertanto che, in caso di emissione delle eurobbligazioni dovrebbero limitarsi ad un rapporto debito/PIL al 60% sotto forma di obbligazioni di primo grado , con responsabilità in solido e legata ad incentivi per la riduzione del debito sovrano e a tale livello propone che l'obbiettivo sotteso consista di ridurre il debito sovrano , evitare il rischio morale e prevenire le speculazioni ai danni del euro , rileva che l'accesso a sfatte eurobbligazioni presupporrebbe un accordo sui programmi misurabili di riduzione del debito sulla loro attuazione. Omissis 16 il parlamento europeo deplora la mancanza di solidità sociale di cui hanno dato prova i professionisti del settore finanziario di non avere rinunciato per almeno un anno ad una parte delle loro indennità destinate . Esempio : alla riduzione della disoccupazione giovanile in Europa omissis. 77 Invita gli stati membri , in considerazione del carattere fondamentale sulla lotta alla corruzione ai fini di un reale risanamento finanziario di inserire nel loro ordinamento penale la previsione che la realizzazione di opere attraverso corruzione, pagamento di tangenti o altri strumenti atti ad ottenere vantaggi illegittimi da parte del ente pagatore , l'annullamento del pagamento e nel caso il pagamento sia avvenuto , la richiesta sulla restituzione del doppio della somma ricevuta. Fine della Risoluzione Europea MA egregio Onorevole Borghesi sul caso della speculazione delle nostre in seguito alla scomparsa di 400 miliardi in eurobbligazioni a coprire anche solo il contenzioso senza reinvestirlo agevolato al 2% alle aziende e imprese con solo un dipendente e ad altri in difficoltà senza che il governo abbia fatto alcuna richiesta alla Banca d' Italia di controllare e verificare la somma a differenza si potrebbe ipotizzare un reato di destabilizzazione economica al paese, sommandolo gli altri dal 2007 da lei elencati . Verona, 27 gennaio .2013 Poetalc (CoprYng)ore 21.17.
#1 poetalc 2013-05-28 22:19
Egregio Onorevole Antonio Borghesi,
oggi come Cossiga voglio esternare tutta la preoccupazione su questo tipo di politica dove il loro interesse si manifesta nel sostenerli con qualsiasi tassa da destinare al paese dopo che politicamente, economicamente, monetaria mente e finanziariamente con tutti i poteri legislativi, esecutivi, militari, bancari , finanziari , economici , monetari ecc., Ma democratici i più grandi del mondo hanno potuto ridotto al osso il potere di acquisto dei salari per l'inflazione 72,22% sui i prezzi raddoppiati al consumo dal 2001 . E nessuna forza dei nostri potrà contrastare l'inesorabile declino del paese a poveri sempre più poveri e ricchi a stipendi e aziende in maggiore difficoltà. dove tutte le strategie politiche , lapalissiane errate , sono state imposte al martoriato Paese sul esempio della corruzione e mafia a menefreghismo e scandali di leggi sui reati anche di negligenza e ladrocinio personale e famigliare ( unico caso abnorme nel mondo civile anche perché nei meno civili non avrebbero una così lunga esistenza) .
Ma non è questo di cui volevo parlare bensì perché tutti tacciano al governo e nessuno di questi ne parla se no promettere dopo il 2014 o 2016 o 3018 la ripresa economica così informandomi da semplice cittadino Italiano in Europa come sul governo Prodi 2005 alcuni giorni fa ho voluto allertare il massimo esponete dello Stato il Presidente della Repubblica sulle possibilità a Bruxelles di intraprenderle nel mesi giugno ( Sic ! spero)

Delega personale
Al Presidente della Repubblica
Giorgio Napolitano,

oggi domenica 26 maggio dopo la mia 27 Aprile ore 17 e seconda 18 maggio come semplice cittadino in difficoltà a ricordo della sua rielezione.
Chiedo nuovamente il suo interessamento sullo stralcio di 12 pagine ricevuto dalla Presidentessa delle commissioni Petizioni /Denunce per l' invio del mio ultimo progetto 27 Gennaio 2013 sulla Risoluzione europea o Strategia Europa 2020 -6 LUGLIO 2011 PAG. 3/12 PUNTO 13 e 14 dove il parlanento invita LA COMMISSIONE ..x..DI TROVARE UN FUTURO in eurobbligazioni pluriennali sistemico e coeso che valga per tutti gli Stati membri sostenere 23 milioni aumentati a 25 milioni di economicamente attivi a rischio di disoccupazione e indigenza (dopo il 2013 dalle nostre elezioni o dopo le elezioni europee 2014 o dopo il 2016 o dopo quale TEMPO ?
Ma nel dubbio credo di emergenza subito dopo le nostre elezioni emettere al 60% del rapporto PIL/DEBITO pubblico oltre 1.200 MILIARDI EURO A favore di 16 milioni o più che in Italia "non arrivano alla fine del mese" per l'inflazione 72.22% dal 2001 sui bassi salari per i prezzi raddoppiati al consumo, per l'inflazione pre-calcolata virtuale 22,22% dal consiglio dei Ministri 2001 sino al 2016 , e per il cuneo fiscale Inps 60% ? Più alto del mondo se considera le imprese in difficoltà piccole, medie e grandi , che chiudono più di una al giorno quando da un altro fondo in Europa devono essere sostenute ho voluto inserire il finanziamento in eurobbligazioni a X migliaia di queste da emettere subito anche parzialmente sul rinnovo annuale 36 miliardi per 5 anni = 180 miliardi al INPS sul contollo e gestione della Banca D'Italia del taglio minimo 4500 euro annui a favore di 8 milioni o più di bassi salari oggi in estrema difficoltà sul potere di acquisto dei prezzi al consumo , per diminuirgli il cuneo fiscale al INPS più alto del mondo
Ma dal 27 gennaio 2013 sono in attesa di risposta dalla commission Petizioni/ Denunce come dalla mia prima dicembre 2005 a tutti i governi " lettera aperta del poeta L.C come risolvere la CRISI CON L'EURO DOPPIO (EUROBBLIGAZIONI e/o TITOLI DI STATO) prima o dopo il crollo del governo o del nuovo insediamento" + sintesi del progetto "Corrispondenza varia per l'euro d'oro"
E queste tipo di eurobbligazioni potrebbero essere vendute negli USA con l'opzione del maggior rendimento sul tasso , se i capitali vengono investiti in Europa per assumere i nostri salariati cosi come le obbligazioni USA vendute in Europa se vengono investiti i capitali negli USA per assumere i loro salariati
Io sottoscritto , residente a Verona cel. 3287562812 ,delego Lei Presidente di interessarsi sul esito del esame del mio ultimo progetto inviato alla commissione Petizione/Denuncia 27 GENNAIO 2013 e I° sollecito 27 febbraio 2013 n . 0212/2012 (da citare in tutta la corrispondenza) ...IL Presidente delle commissioni per le petizioni Erminia Manzoni - Bruxelles 9 luglio 2012-
RingranziadoLa, i miei più sinceri auguri di buon inizio sul suo unico e solo . più che glorioso e meritato pensionamento
Luigi crocco
Verona 18 Maggio 2013 Ore ..
.
Mentre una Mini Tax o una BonuS-tax !% in Europa sui prezzi dei beni al consumo potrebbe diminuire tagli alla sanità ed altre tasse nel restituire la ricchezza per GARANTIRE anche UN REDDITO MINIMO MENSILE O GIORNALIERO a 5 milioni di giovani sulla cittadinanza italiana/European etc .
LA MINITAX O BONS-UTAX 1% su ogni prezzo di acquisto lo Stato può introitare il denaro necessario e ri-distribuirlo senza rischio d''inflazione essendo la Bonus-tax , no un costo al produttore sui beni al consumo bensì l'ultima tassa al consumatore finale che economicamente si attiva sul benessere sociale della cosa pubblica al Paese
Esempio 34 milioni di assicurati INPs sui prezzi in progressione 1 euro

da 1 a 1,99 euro Bonus-tax 1% 0,01 cent
2 a 2,99 0,02
3 a 3,99 0,03
4 a 4,99 0,04
5 a 5.99 0,05
...... ......
9 a 9.99 0.09
A- prodotti acquistati n: 9 , sulla spesa giornaliera da 45 a 52,91 euro
Tot. bonus-tax 1% ( 0,45 euro + 0, 53 arr. euro)
Ma se ( x ) milioni di prodotti sul acquisto di ogni giorno di tutti i generi e tipi con lo scontrino fiscale anche al bar , più biglietti del cinema, bus, ecc. più tutti i servizi (luce, acqua ...) e tutte le fatture la Bonus-tax 1% o 0.01 cent anche con un solo reddito mensile 600 euro ( 20 euro x 30g ) per soli 2 prodotti al giorno da 1 a 20,99 euro sulla spesa minima 20 euro euro la bonus-tax 1% ( 0.20 euro x 365 g = 73 euro x 34 milioni di assicurati INPS = 2.482 miliardi : 5 mln = 502,6 euro annui : 12 mesi = arr. 42 euro mensili a 5 milioni di giovani sul reddito minimo di cittadinanza italiana / europea
Ma se da 34 milioni leviamo 8 milioni in difficoltà restano 26 milioni a reddito doppio, triplo , quadruplo ecc, superiore 600 euro mensili che se dovesserero acquistare minimo 2 prodotti ordinari ( 20, 99 euro x 2 ) sulla spesa di 41,98 al giorno arr. 42 euro si potrebbe applicare anche subitostraordinariamente la Bonutax max ( 4% su 42 euro = 1,68 euro) per ri-distribuirla l'anno successivo
Esempio:
1,68 euro x 365 g = 613,2 euro x 26 milioni di lavoratori dipendenti assicurati INPS sugli acquisti ordinari di ogni giorno 15 , 94 MILIARDI euro arr. annui a cinque-milioni DI GIOVANI il reddito minimo annuo di cittadinanza italiana /europea : 12 = 3189 arr euro diviso 12 mesi = 265 arr. euro mensili
QUINDI se ad ogni dipendente o lavoratore assicurato INPS economicamente attivo , no a rischio di disoccupazione e indigenza, fosse applicata la Bonu-tax oppure chiunque volesse liberamente pagare sulla spesa di ogni giorno sul acquisto di un qualsiasi prodotto a scelta la Bonus-tax da 1% al 4% max dove straordinariamente anche a soli 42 euro =1,68.euro al giorno non cambia la proporzione 15 .94 MILIARDI al anno .
Anche perché non è una tassa che aumenta i prezzi al consumo come benzina , Iva ecc, bensì è finalizzata a controllare l'inflazione sui prezzi per abbassare le tasse e sostenere direttamente i redditi bassi inflazionati
P.S CONTINUERÀ' LA Bunus_tax 1%, per diminuire i tagli alla sanità aumentare le basse pensioni ect sui miliardi e miliardi di ogni giorno su tutte le operazioni bancarie col saldo a credito ??
N:B spero di inviarLE per raccomandata a Palazzo Madama ANCHE tutti gli allegati alla COMMISSIONE EUROPAN

COPERTO DAL DIRiTTO DI unico AUtore ed editore

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.