Cari amici,

in questi ultimi giorni ho ricevuto tanti attestati di stima da parte vostra, molti incoraggiamenti e qualche critica. Grazie! Le vostre osservazioni nel bene e nel male, ma soprattutto le vostre domande, rappresentano uno stimolo fondamentale ad andare avanti, a provare ad immaginare il partito che vorrei.

1.       Finanziamento pubblico ai partiti: favorevole o contrario?

2.       Soldi pubblici per la campagna elettorale a segretario: favorevole o contrario?

Molti mi chiedono cosa ne penso del finanziamento pubblico ai partiti. Va abolito, senza se e senza ma e lo dico fuori da ogni demagogia. Le battaglie che ho condotto in Parlamento, tra cui l’abolizione delle province e dei vitalizi degli ex parlamentari, credo parlino per me. Per me è una questione etica. Per questo, nella mia corsa alla segreteria nazionale del partito ho deciso di rinunciare ai soldi pubblici per le spese della campagna elettorale. Ho scelto, semplicemente, di essere coerente.

 3.       Dirigenti del partito retribuiti: favorevole o contrario?

Il partito che immagino io è per gente appassionata, che intende la politica come servizio per gli altri, non come professione. Il partito che immagino io è una casa di vetro, dove i dirigenti nazionali avranno diritto ai rimborsi per le spese di viaggio sostenute, con una diaria massima. Niente più dirigenti politici, responsabili organizzazione, degli enti locali o dei dipartimenti tematici, retribuiti. La politica è passione e sacrificio. Punto.

               4. Rispetto dei limiti dei due mandati: favorevole o contrario?

Nella casa di vetro che immagino io ci saranno regole precise e inderogabili: solo due mandati, cumulativamente per le posizioni di parlamentare nazionale, europeo e consigliere regionale. Il ricambio della classe dirigente e politica del partito sarà una regola che varrà per tutti, nessuno escluso.

5.       Azzeramento della classe dirigente: favorevole o contrario?

6.       Sospensione dal partito dirigenti indagati: favorevole o contrario?

Infine, un ultimo punto sollecitato dalle vostre tante domande. In questi anni, abbiamo fatto tanto, molto. Abbiamo commesso anche molti errori, nella scelta della classe dirigente. Abbiamo permesso a tanti, troppi, di considerare il partito un tram sul quale salire per tornaconto personale. Ebbene, non sarà più così, non dovrà più accadere. Azzeramento della classe dirigente a tutti i livelli, a partire, ovviamente, da quella nazionale, e sospensione dal partito per tutti coloro che risultato indagati: regole necessarie e imprescindibile. Italia dei Valori deve recuperare la sua immagine di partito dalle mani pulite.

Sei domande che, se vorrete, potrete porre anche agli altri candidati. Sei domande semplici, sei risposte dritte al punto.

Questa è la visione del partito che ho io. E’ così che immagino quella Idv che insieme a voi vorrei ricostruire: una casa di vetro, trasparente, partecipata e democratica, dove ci sia posto per il merito e la passione. Spero vi siano presto momenti di incontro e confronto con gli altri candidati, per sentire la loro, per capire se su questi temi la pensano come me o diversamente. Dai confronti nascono le idee. E dalle idee nasce il futuro. Un futuro che, per quanto mi riguarda, intendo costruire insieme a voi.

Commenti   

#4 mauriziodecolle 2013-05-30 13:19
Punto 1 : favorevole, contrario ai finanziamenti privati superiori ai 100€ per le persone fisiche ed ai 1000€ per quelle giuridiche (le cifre sono indicative. Obbligo di rendere pubblica ogni forma di finanziamento.
Punto 2 : contrario
Punto 3 : si se a tempo pieno ed in particolari funzioni
Punto 4 : si con eccezioni (potremmo vincere la lotteria e trovarci qualche genio)
Punto 5 : sarei molto tentato di dire si, perplesso su come sostituirli
Punto 6 : favorevole alla sospensione dei rinviati a giudizio.

Maurizio de Colle
#3 sandros 2013-05-25 20:52
D'accordo su tutto il fronte, anche sull'abolizione del finanziamento; del resto la prova di fsttibilità data del M5S ha dimostrato che si può.
#2 Antonio Borghesi 2013-05-25 18:13
In questo momento storico, nel quale la politica, nonostante il finanziamento pubblico, non ha saputo cacciare e tenere lontani squallidi personaggi che hanno usato cariche politiche per fini personali, per arricchimenti illeciti, per corruzione, io penso che sia meglio dire NO ad ogni forma di sostegno a carico dei cittadini. E' possibile fare anche solo con i contributi degli iscritti, Certo ogni incarico di partito deve essere gratuito!
#1 carlo 2013-05-25 12:50
D'accordo su quasi tutto, ma il finanziamento pubblico non va completamento abolito, va molto severamente ridimensionato e controllato. Altrimenti i gruppi più ricchi potrebbero condizionare la vita di tutti.
Per il resto condivido appieno. La politica è passione e valori.
Spero che si faccia "campagna" per l'affermazione dei valori dell'onestà e trasparenza, a tutti i livelli, dalla vita del comune cittadino alle vicende di chi detiene il potere decisionale.
Il malcostume è la causa della situazione di oggi; quando le decisioni di ogni grado vengon prese non sul merito ma a seconda dei propri interessi particolari, è normale che a lungo andare la situazione implode (come oggi stiamo assistendo a livello economico)

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.