Continuo a seguire anche da dove mi trovo il delirio di iniziative che continua a imperversare nel nostro partito: dirigenti locali che urlano al golpe terrorizzati della sola ipotesi di rimettersi al comune consenso, dirigenti nazionali che dichiarano poi rettificano pur di non legittimare un solo cambiamento autentico, simpatizzanti chiedere ai nostri iscritti di sparire, militanti implorare i propri rappresentanti di farsi da parte. Il caos: quel marasma che a qualcuno servirà per scongiurare qualsiasi tipo di cambiamento reale e imporrà il ritorno ad una gestione ordinata e certa del partito, poco importa se fallimentare. Voglio solo ricordare a quanti mi scrivono chiedendo di "fare qualcosa" che oggi tutti possono farlo ad eccezione del sottoscritto. Il mio pensiero e' da tempo minoranza, le mie richieste poco funzionali al potere sempre isolate, da ultimo si e' pure cercato di darmi responsabilità' inesistenti. Da quando ho visto il nostro partito sputtanato davanti a milioni di italiani in più mandate televisive di cronaca ed ora di pessima comunicazione ho scelto di dire quanto penso, sentendomi sempre più lontano dall'isteria di qualcuno, che ha tratto dalla politica una carriera insperata e che dispera di vedere perduta. Io non ci sto. Chiedo che all'Esecutivo venga dato il voto a chi ne ha diritto per Statuto e che gli invitati siano, sempre se legittimati dal territori, solo spettatori. Ma meglio, chiedo che all'Esecutivo si voti: perché le dittature,per quanto folcloristiche, sono fallite, ed hanno spazzato via le miserie di quel sistema che le autorizzava. Se questa e' la storia dl mondo voglio augurarmi che anche per noi sia arrivato quell'appuntamento.

Commenti   

#4 Pepperivas 2013-04-04 19:42
Nella situazione attuale molti non hanno rinnovato la tessera del partito: un pò per rabbia un pò per pausa di rifessione. Ma sono tutti pronti a dare nuovo impulso al partito. Propongo di consentire la partecipazione a tutti coloro che nell'ultimo triennio hanno rinnovato la tessera almeno una volta. Non perdiamo la base , recuperiamo i simpatizzanti che sono stati tesserati nel triennio almeno una volta. Diffido dei nuovi e non dei vecchi tesserati. Auspico una dettagliata proposta di rinnovo del partitoda inviare a tutti coloro che mantengono i contatti tramite internet.
#3 guglielmino 2013-04-04 19:17
Faccio parte o, preferibilmente, facevo parte della segreteria Provinciale di Catania, nonché responsabile del dipartimento INFRASTRUTTURE – AMBIENTE – TERRITORIO, oggi commissariata. Commissariata dopo il fallimento delle Amministrative Comunali e delle Elezioni Regionali, tenutasi entrambe nel 2012. In occasioni delle Regionali, i candidati, in parte, sono stati individuati da infiltrati, provenienti da altri partiti, a discapito dei tesserati di IDV . Ciò, malgrado i continui ammonimenti da parte degli iscritti, ma con il pieno avallo della Segreteria Regionale Siciliana e con l’assoluto disinteresse della Segreteria Nazionale.
Questo a dimostrazione che tutto il vertice di IDV ed i relativi rappresentanti sono da sostituire. Bisogna finire di predicare bene e razzolare male.
E che, per ogni turno elettorale, siano i tesserati , con le primarie, a stabilire chi siano i candidati.
#2 Pinella 2013-04-04 16:35
PARTIAMO DALLE ELEZIONI A SINDACO QUI A ROMA E VEDIAMO COME SI AFFERMERA' IL NOSTRO SIMBOLO FINALMENTE!!! :D
#1 albert.z 2013-04-04 12:27
Caro Prof. Antonio Borghesi,
credo che IDV possa ancora fare molta e valida attività politica. Occorre però gente nuova in primo piano, che abbia capacità, sappia parlare e non abbia le mani sulla cassa. Vedo bene Lei, Belisario e la Sonia Alfano. Credo che se vi mettete insieme potete fare un'ottima squadra.

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.