La legge di stabilità per 2013, dalla prossima settimana in discussione alla Camera, avrebbe alcune misure che vengono fatte apparire come un vantaggio per le fasce più deboli.
-
-
-
-
-
In sintesi, se confermati, vi sarebbero i seguenti provvedimenti:
1. Per i redditi fino a 15 mila euro un risparmio dell’1%, ossia al massimo 150 euro;
2. Per i redditi sopra i 15 mila euro, oltre al risparmio dell’1% fino ad un massimo di 280 euro, vi sarà un taglio delle detrazioni fiscali di cui dirò in seguito
Per tutti vi sarà l’aumento dell’1% dell’Iva a partire dal mese di luglio 2013.
Tale aumento sarà devastante per i redditi esentati dalla tassazione (sotto 8 mila euro) che avranno solo l’aumento dell’Iva; farà quasi annullare la riduzione di aliquota per i redditi sino a 15 mila euro.
Gli oneri sin qui deducibili saranno falcidiati, pe i redditi sopra i 15 mila euro, come segue:
1. Per gli oneri per i quali è prevista la detrazione del 19% dell’importo pagato (spese sanitarie, interessi sui mutui dell’abitazione principale, assicurazioni sulla vita e infortuni, spese per l’istruzione, spese funebri, spese per badanti, spese sportive ragazzi, spese agenzia immobiliare, spese veterinarie, erogazioni liberali onlus, associazioni sportive e di promozione sociale, spese locazione studenti fuori sede, spese asili nido,) viene istituita una franchigia di 250 euro (che renderà del tutto indetraibili le spese sportive)
2. Per le sole spese interpreti sordomuti non è prevista franchigia
3. Per tutti il massimo importo pagato su cui calcolare il 19% è di 3 mila euro, corrispondente a 570 euro d’imposta
4. Per gli oneri deducibili direttamente dal reddito (canoni livelli e censi, spese mediche disabili, assegni di separazione o divorzili, contributi ai fondi integrativi, contributi alle ONG, indennità perdita di avviamento, erogazioni a favore di università) viene istituita una franchigia di 250 euro.
Secondo uno studio Eurispes gli appartenenti al ceto medio, a seconda dell’ampiezza del nucleo familiare, si collocano nelle seguenti classi di reddito: dai 21.800 ai 23.000 euro, le famiglie di due persone; dai 29mila ai 30.600 euro, le famiglie con tre componenti; dai 35.500 ai 37.500 euro, i nuclei familiari di 4 componenti; dai 41.400 ai 43.700, le famiglie più numerose.
Come si può vedere queste famiglie, già tartassate, da tre manovre di Berlusconi-Tremonti e da altre due di Monti, sono quelle che più pagheranno anche questa volta.
Tra l’altro, mentre tagliavano la deducibilità delle spese sostenute dalle famiglie, ben si sono guardati dal toccare le erogazioni liberali destinate ai partiti politici e quelle destinate alla Chiesa. Una vergogna nella vergogna!
Inoltre siamo di fronte ad interventi di vera e propria stupidità, perché si va a ridurre il contrasto d’interessi tra contribuente e prestatore di servizi, che invece dovrebbe essere ampliato al fine di colpire l’evasione fiscale. Così si incentiverà invece l’aumento del sommerso presso medici, esercenti onoranze funebri, badanti, esercenti di palestre e simili, agenzie immobiliari, veterinari, proprietari di alloggi affittati a studenti universitari, asili nido privati. Bel risultato! Complimenti governo Monti!
Solitamente il fatto che uno stato annoveri una percentuale elevata di individui all'interno del ceto medio è indice di benessere dello stato e della popolazione stessa. In questi casi uscire dalla zona di povertà è relativamente semplice, non c'è presenza di barriere sociali. Al contrario nei paesi in cui non c'è la presenza del ceto medio si passa da situazioni di povertà e fatiscenza a situazioni di ricchezza e lusso. In questi stati i ricchi, in minoranza, attraggono a sé la maggior parte delle occasioni e opportunità di lavoro, benessere e salute.
Come ha ben scritto Paul Ginsburg , negli ultimi quindici anni [quelli dei governi Berlusconi-Tremonti- Lega Nord] u il ceto medio si è diviso in due mondi, piuttosto diversi uno dall´altro: un ceto medio attivo nelle professioni socialmente utili, nel terzo settore e tra gli assistenti sociali, ma anche tra gli insegnanti e gli studenti, gli impiegati direttivi e di concetto del settore pubblico, i nuovi operatori nel mondo dell´informazione e della cultura, che potremo definire ceto medio riflessivo, capace di bridging (cioè capacità di costruire ponti verso altri) e, in termini occupazionali, caratterizzato dal lavoro dipendente. La seconda agglomerazione è rappresentata da i ceti medi prevalentemente dediti al lavoro autonomo e fortemente orientati al mercato, che potremo definire invece ceto medio concorrenziale, tendente al bonding (cioè tendenza a rafforzare i legami interni a uno specifico gruppo).
Scrive ancora Ginsburg: … L´ultimo apporto del Berlusconismo… è l´esplicito appoggio a un elemento dei ceti medi che è quello del lavoro autonomo e concorrenziale a spese dell´altro, quello più riflessivo e basato sul lavoro dipendente. Berlusconi blandisce il primo con tutta una serie di carezze – agevolazioni fiscali, condoni edilizi, la depenalizzazione sostanziale del falso in bilancio… All´altro elemento dei ceti medi, il “Berlusconismo” riserva solo schiaffi come lo smantellamento progressivo della scuola pubblica, il degrado senza fine delle grandi istituzioni culturali, gli stipendi in calo verticale in termini di potere d´acquisto. Così – e questo forse è la sua eredità più dannosa – Berlusconi contribuisce in modo drammatico a spaccare il ceto medio, e ad incrementare il livello di incomunicabilità tra le sue due componenti principali.
Tutto ci potevamo aspettare fuorché Monti continuasse l’opera di Berlusconi nella distruzione del ceto medio riflessivo, fatto di lavoratori dipendenti e pensionati a reddito medio alto, insegnanti e professori.
Il governo Monti, anche con provvedimenti come questo, sta oggettivamente annientando questa fascia di ceto medio.
Ciò rappresenta un pericolo per l’economia del Paese e per la nostra democrazia.

Commenti   

#4 poetalc 2012-11-25 18:20
Egregio Antonio Borghesi,
questa non è economia ma Stregoneria ALGEBRA sulle tasse DOVE X= +/-1% x +/-1% :-/+1% = +/-1%
vale a dire l'inganno OCCULTO delle tasse stabilite a tavolino ANCHE A GIRAR La Voce rimane UGUALE
#3 tartassata 2012-10-28 17:43
è intuitivo quanto riportato nell\'articolo che la presenza di ceti medi nei paesi è direttamente proporzionale al benessere e alla crescita degli stessi. a conferma della tesi dell\'articolo, sulla distruzione del ceto medio\"riflessivo\" si possono consultare nel sito dell\' agenzia delle entrate, i modelli di dichiarazione pregressi, e le relative istruzioni. leggendo le istruzioni del più vecchio modello disponibile e confrontandole con quelle dell\'ultima dichiarazione dei redditi, si può facilmente verificare di quanto sia diminuita l\'aliquota per i redditi più elevati, e di quanto sia aumentata l\'aliquota dei redditi intermendi, corrispondente al ceto medio citato riflessivo. quindi è un progredire da un ventennio verso quella direzione. c\'è una conclamata tendenza creare una stratificazione sociale tendente al basso, tramite l\'utilizzo di svariate strategie . ultimamente ho appreso dell\'esistenza della Modern Money theory e mi è apparsa molto interessante. mi pare potrebbe essere uno strumento per sconfiggere quel disegno
#2 Fagone 2012-10-16 12:20
Il professore vive di teoria; infatti, poichè sà ( o si dice ) che il risparmio degli italiani è più di 8mila Mld di euro, lui si è convinto che una parte DEVE andare, a prescindere, nelle tasche dello Stato. NON considera che la maggior parte di detto risparmio è in mano al 10% dei cittadini. Quindi: tutta teoria. La verità, e cioè la pratica, al contrario, ci dice che ci stiamo tutti impoverendo, senza lavoro, con lavoro precarissimo, con risparmi continuamente intaccati per il pagamento delle bollette che, nel frattempo che il professore teorizza luci dal tunnel e parla, sognante, di una ripresa che non si vede nemmeno con il binocolo, sono aumentate e non solo a causa dell'aumento dell'Iva. Siamo messi male, ma il "nostro" teorico non vede; oppure NON VUOL VEDERE !!!!!
#1 robconetIDV 2012-10-16 11:07
Sta annientando l'Italia. Ma siamo sicuri che giochi per la nostra squadra? Non sarà stato mandato da qualche squadra avversaria? (Per es. Germania, Francia, Inghilterra)?

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.