Cossiga è morto. Uno sproloquio di glorificazicazioni da parte di vecchi esponenti della prima repubblica ed anche da quelli della seconda. Così titolano i giornali:
Cordoglio bipartisan per la scomparsa di Cossiga. Il dolore del Papa: "Pregherò per lui". Napolitano: "Combattivo protagonista di una stagione intensa". Fini: "Interprete vigoroso e coerente dei princìpi della Costituzione". Silvio Berlusconi : "Piango un amico carissimo, affettuoso, generoso. Mi mancheranno il suo affetto, la sua intelligenza, la sua ironia, il suo sostegno. Ai suoi figli l'impegno della mia vicinanza". Massimo D'Alema: E' stato un grande protagonista della vita democratica del nostro paese". Romano Prodi, "con Francesco Cossiga l'italia perde uno dei protagonisti della storia repubblicana.Bobo Craxi : "Il suo valore verrà apprezzato nel tempo, come per i veri uomini di Stato". "In questo giorno triste voglio affermare che Francesco Cossiga fu per mio padre Bettino più di un collega, Fabrizio Cicchitto: "scompare una delle poche voi libere e anticonformiste nel nostro Paese, libero sempre e in ogni circostanza. Roberto Calderoli:  "un gran dispiacere per la perdita di un amico e di un grande personaggio politico che ha insegnato qualcosa a ciascuno di noi".Pier Ferdinando Casini, secondo cui "scompare uno dei protagonisti della vita della nostra Repubblica. In lui, come in pochi altri, si sono sintetizzate le alterne vicende della politica: ha avuto grandi soddisfazioni e infinite amarezze, si è dimesso ed è risorto politicamente più volte. E' stata una personalità anticonformista, coraggiosa e anticipatrice".
Io non sono ipocrita. Non riesco a dimenticare i tanti episodi inquietanti dei quali Cossiga è stato protagonista. A partire da quando, dopo aver raggiunto tutte le più alte cariche istituzionali grazie alla sua appartenenza alla Democrazia Cristiana, non appena la barca ha iniziato a far acqua, ha iniziato a sputare rumorosamente nel piatto dove aveva fino allora mangiato.
Vogliamo poi ricordare il suo sostegno ad una associazione paramilitare segreta di nome “Gladio” , che, anche se organizzazione segreta dell'Alleanza Atlantica oggi sarebbe comunque un reato di cui Cossiga fu reo confesso. Il presidente della Commissione Stragi Giovanni Pellegrino ebbe a scrivere: «[...] se in sede giudiziaria un'illiceità penale della rete clandestina in sé considerata è stata motivatamente e fondatamente negata, non sono state affatto escluse possibili distorsioni dalle finalità istituzionali dichiarate della struttura, che ben possono essere andate al di là della sua già evidenziata utilizzazione a fini informativi...».
Vogliamo poi parlare del suo giudizio sprezzante (“giudice ragazzino) espresso sul magistrato Rosario Livatino, che qualche tempo dopo sarebbe stato assassinato dalla mafia.
Come dimenticare che Cossiga, da Ministro dell’Interno, non esitò ad affrontre le proteste degli studenti mandando veicoli trasporto truppa blindati (M113, praticamente carri armati) nella zona universitaria.
Come non ricordare che Cossiga fu sospettato di aver rivelato a un compagno di partito, il senatore Carlo Donat Cattin, che suo figlio Marco era indagato e prossimo all'arresto, essendo coinvolto in episodi di terrorismo, suggerendone l'espatrio.
Infine il suo coinvolgimento nella vicenda della strage di Ustica. Solo 30 anni dopo si decise a rivelare importanti particolari che, se messi a conoscenza dei magistrati indaganti a tempo dovuto, avrebbero forse permesso di chiarire uno degli episodi più cupi e inquietanti della nostra storia.

Commenti   

#1 milica cupic 2010-08-18 13:27
E MORTO senatore FRANCESCO COSSIGA, Basta con le ipocrisie!
Ho letto il l’articolo dal On. A. BORGHESI che mi e pervenuto dalla Camera dei Deputati dopo la scomparsa del senatore a vita F. COSSIGA. Nemmeno io non voglio essere ipocrita come non lo e il On. e al l’incontrario di moltissimi politici che lo sono, purtroppo tanti!!.
Questi politici ipocriti che lasciano delle dichiarazioni a destra e sinistra del tutto assurde dopo la scomparsa del ex Presidente della Repubblica, (ex, ex, ex, tanti, quanti, ex abbracciano la vita del ex Presidente F. COSSIGA)? io li trovo privi di qualsiasi onesta morale verso il popolo italiano……………………………………………………………………..
Ovviamente, io non sono un politico (sono una semplice cittadina), e non debbo (nessuno lo dovrebbe fare), per forza mostre o dichiarare ciò che non provo, ciò che e falso, oltre l’altre io ho il rispetto per miei concittadini che sanno meno di me, per quelli che sono più informati di me. ecc. Quanti politici (troppi) che attualmente e in questi giorni hanno tanto lodato il ex Presidente scomparso io di loro ho una mia opinione? sono tutti ipocriti, o per essere io gentile sonno diventati tutti e di colpo smemorati in massa……………………………………..
E pure vero che tutti noi Cristiani dinanzi alla morte (“alla signora morte”) ci dobbiamo inchinare, ma non denota che dobbiamo mostrare una facciata che non e vera, agendo in questo modo si offende la intelligenza degli italiani. Non voglio inoltrarmi in quanto l’uomo politico COSSIGA (mi incavolo con me stessa..), ha scritto abbastanza On. Borghesi, se pure un fato lo voglio scrivere, e puoi un altro che non riguarda la politica ma solo un punto di vista del tutto umano…UOMO COSSIGA e cristiano.
Credo che tanta gente ha letto le dichiarazioni rilasciate di recente dal senatore COSIGA inerenti al caso USTICA, in parole semplici lui ha detto che farà le rivelazioni importanti e che sono di sua conoscenza, e per appunto riguardano l’epoca della disgrazia di USTICA, disse pure, che a lui in quel periodo ha parlato di allora ministro degli interni (dei fati)…dei gravi eventi,…tali fatti lui li vuole rendere di dominio pubblico,. In seguito a tale rivelazioni dal senatore COSSIGA credo (almeno credo se ricordo bene) si sarebbe riaperto il caso USTIC, ecc.
Ora io chiedo a voi gentili amici che mi leggete, a voi sembra normale un tale comportamento 30 anni dopo? perché senatore non ha reso le sue “segrete notizie” all’epoca dei fati? se e vero che lui era depositario dei segreti concreti, veritieri, lui (COSSIGA) aveva il dovere (non solo come politico) morale soprattutto nel raccontare in quanto sapeva (se era vero che sapeva), anche lui aveva il l'obbligo di inchinarsi dinanzi alla morte di tante vittime innocenti, perché non lo ha fato?, oltre l’altre e per legge (secondo mio punto di vista) il COSSIGA dopo tali rivelazioni sarebbe dovuto essere indagato,….Ovviamente Io le mie risposta a tutti questi requisiti, li trascuro, oramai……………………………………………….,.
In quanto COSSIGA cristiano, uomo? uomo di fede, ecc. Io credo che pochi concittadini sono informati, (la mia vuole essere solo una informativa, se pure e anche una critica umana), che il EX Presidente della Repubblica “da bravo cristiano” … ha chiesto il annullamento del suo matrimonio religioso alla S. ROTA dopo la bellezza di 50 anni della vita coniugale,. Volete sapere il risultato? “La SACRA ROTA” li ha concesso il annullamento del matrimonio religioso!!!, amici, 50 ANNI dopo il matrimonio. Ignoro tantissime al di fuori, il papa si e mostrato molto addolorato per la perdita di un cosi bravo cristiano,,. Io mi inchino dinanzi alla “Signora morte” ma non dinanzi al uomo COSSIGA!!. Cordialmente. MILICA (Fatima) CUPIC

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.