Nell’ultima puntata di “Report”, Milena Gabanelli si è occupata della Legge denominata “Fondo per la tutela dell’ambiente e la promozione dello sviluppo del territorio”, più conosciuta come “Legge mancia”.

Nel dicembre del 2007 Italia dei Valori era riuscita a farla abrogare

Prevedeva interventi a pioggia, senza alcuna trasparenza, su indicazione di singoli parlamentari, i quali, per ragioni di mera clientela, distribuivano somme per i più disparati interventi nei loro collegi elettorali. Un esempio di cattiva politica, se si pensa che nella finanziaria 2006 del governo Berlusconi erano stati sprecati in questo modo ben 222 milioni di euro.
Non appena ritornato al governo, Berlusconi la ha ripristinata, assegnando fino ad ora circa 265 milioni di Euro, alla spartizione dei quali solo Idv, tra i partiti di opposizione, non ha voluto partecipare. Abbiamo destinato la quota a noi riservata alla riduzione del debito pubblico.
Per comprendere lo spreco evidente basta leggere le motivazioni delle destinazioni confrontandole con l’assoluta inadeguatezza delle somme assegnate: ciò significa ovviamente che quei soldi, spesi in mille rivoli, saranno buttati al vento. C’è davvero qualcuno che pensa che con 50 mila euro si possa costituire un Centro di ricerche per la bioenergia? O che siano ben spesi 10 mila euro per il verde pubblico? Oppure che con 30 o 50 mila euro si possano fare interventi di riordino di complessi idraulici? O che con 20 mila euro si possano creare marchi collettivi? O che con 20 mila euro si possano fare la promozione di prodotti tipici locali? (Al massimo faranno qualche cena). O che con 50 mila euro si possa sviluppare un’attività di cooperazione internazionale con Paesi terzi? (Anche in questo caso qualcuno andrà a farsi un viaggetto turistico all’estero). In compenso non manca una impressionante quantità di assegnazioni alle parrocchie: forse qualcuno ha bisogno di farsi perdonare qualche cosa!
Noi pensiamo che 265 milioni di euro potevano essere destinati ad un unico importante progetto di interesse nazionale scelto sulla base delle priorità.

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.