Avevo già interrogato molto tempo fa l’allora Sottosegretario Fazio a proposito del furto fatto agli emotrasfusi poiché per un certo tempo erano stati destinati ai loro indennizzi (http://www.antonioborghesi.it/index.php?option=com_content&task=view&id=129&Itemid=1 ) 330 milioni di euro.
In quella occasione (era il 23 novembre 2008) Fazio garantì solo la somma di 180 milioni assicurando l’impegno del Ministero a consentire l’erogazione degli indennizzi nei tempi previsti (?). Da allora è passato quasi un anno e mezzo ed ancora nessuno ha visto un centesimo. Per questo ho scritto a Ferruccio Fazio (ora Ministro) chiedendo un incontro urgente per comprendere modi e soprattutto tempi per porre finalmente un ristoro, sia pure parziale, a chi a causa della negligenza (in qualche caso perfino connivenza) dello Stato ha patito sofferenze indicibili insieme a migliaia di famiglie, anch’esse vittime innocenti. Sono in attesa di conoscere la data dell’incontro, che mi auguro sia in linea con l’urgenza del problema.

Commenti   

#1 Totonno 2010-03-19 20:13
Egregio On.le Borghesi,
ho accolto con estremo favore, oltre che con sincera commozione, il suo interessamento rispetto alla vicenda della transazione per gli emotrasfusi, poiché io e la mia famiglia facciamo parte della comunità, purtroppo assai numerosa, di persone danneggiate.
E’ mia intenzione dirLe grazie, per la sensibilità mostrata – che spesso, Le assicuro, vale più di qualsiasi risarcimento – oltre che per il fattivo impegno che sta profondendo per aiutare tutti noi ad affermare quei valori di civiltà, di giustizia, di umanità che ci consentono di sentirci vivi e di affermare l’esistenza della nostra dignità di persone anche nel disagio e nelle sofferenze della malattia.
La solidarietà delle Istituzioni è il segnale forte dell’esistenza di uno Stato fatto ancora di persone che credono nel valore della rappresentatività e Lei ha dimostrato di tenere fede all’impegno assunto.
Cercherò di essere presente alle manifestazioni che saranno organizzate con la speranza che il Ministero ci fornisca chiarimenti sulla tempistica e le modalità della procedura transattiva.
Nel rinnovarLe la mia personale gratitudine, La ringrazio per l’attenzione e Le porgo i miei più sentiti saluti.

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.