L’altro giorno sono intervenuto alla trasmissione di Rai 2 “Il fatto del giorno”. In essa si è parlato delle dichiarazioni di Ciancimino e dei pentiti. Ho ricordato che fondamentalmente Ciancimino ha detto cose non diverse da quelle che già erano state detta da alcuni magistrati (e per esse vi rinvio ad un mio post in questo sito (http://www.antonioborghesi.it/index.php?option=com_content&task=view&id=203&Itemid=1 ) e che ripeteva spesso uno dei suoi più fedeli alleati di oggi: Umberto Bossi. Ho anche ricordato che ora vogliono cambiare la legge sui “pentiti” per tappare loro la bocca. Le sottosegretarie Casellati e Martini si sono sollevate sostenendo che sia il Ministro Alfano che il Ministro Maroni hanno solennemente dichiarato che quella legge non ci sarà. Il giorno dopo sono stati prontamente smentiti da Berlusconi in persona che ha detto: “Cambieremo la legge sui pentiti”.
Di seguito riporto dichiarazioni rese da Bossi alla stampa su Berlusconi, sull’origine dei suoi soldi e sulla fondazione di Forza Italia.
Berlusconi è l'uomo della mafia. E' un palermitano che parla meneghino, un palermitano nato nella terra sbagliata e mandato su apposta per fregare il Nord. La Fininvest è nata da Cosa Nostra. C'è qualche differenza fra noi e Berlusconi: lui purtroppo è un mafioso. Il problema è che al Nord la gente è ancora divisa tra chi sa che Berlusconi è un mafioso e chi non lo sa ancora. Ma il Nord lo caccerà via, di Berlusconi non ce ne fotte niente. Ci risponda: da dove vengono i suoi soldi? Dalle finanziarie della mafia? Ci sono centomila giovani del Nord che sono morti a causa della droga. A me personalmente Berlusconi ha detto che i soldi gli erano venuti dalla Banca Rasini, fondata da un certo Giuseppe Azzaretto, di Palermo, che poi è riuscito a tenersi tutta la baracca.

In quella stessa banca lavorava anche il padre di Silvio e c'erano i conti di numerosi esponenti di Cosa Nostra. Bisognerebbe conoscere le sue radici, la sua storia. Gelli fece il progetto Italia e c'era il buon Berlusconi nella P2. Poi nacquero le Holding. Come potrà mai la magistratura fare il suo dovere e andare a vedere da dove vengono quei quattrini, ricordando che la mafia quei quattrini li fa con la droga e che di droga al Nord sono morti decine di migliaia di ragazzi che ora gridano da sottoterra? Se lui vuole sapere la storia della caduta del suo governo, venga da me che gliela spiego io: sono stato io a metter giù il partito del mafioso. Lui comprava i nostri parlamentari e io l'ho abbattuto.

Quel brutto mafioso guadagna soldi con l'eroina e la cocaina. Il mafioso di Arcore vuole portare al Nord il fascismo e il meridionalismo. Discutere di par condicio è troppo poco: propongo una commissione di inchiesta sugli arricchimenti di Berlusconi. In Forza Italia ci sono oblique collusioni fra politica e omertà criminale e fenomeni di riciclaggio. L'uomo di Cosa Nostra, con la Fininvest, ha qualcosa come 38 holding, di cui 16 occulte. Furono fatte nascere da una banca di Palermo a Milano, la banca Rasini, la banca di Cosa Nostra a Milano.

Forza Italia è stata creata da Marcello Dell'Utri. Guardate che gli interessi reali spesso non appaiono. In televisione compaiono volti gentili che te la raccontano su, che sembrano per bene. Ma guardate che la mafia non ha limiti. La mafia, gli interessi della mafia, sono la droga, e la droga ha ucciso migliaia e migliaia di giovani, soprattutto al Nord. Palermo ha in mano le televisioni, in grado di entrare nelle case dei bravi e imbecilli cittadini del Nord.”

Commenti   

#1 mattia.pastrello 2010-02-13 16:15
Onorevole ha rischiato grosso, sa che ricordare il passato agli italiani è rischioso, se ovviamente non è il passato di circostanza o di regime.
Ci sono dei video molto esaustivi in youtube con esternazioni anche pesanti di Bossi nei confronti del Mafioso di Arcore... ma ... che ci vuole fare.. probabilmente siamo noi tutti ad aver interpretato male.
Come dice il nostro Sovrano Assoluto, "abbiamo frainteso".

(ironia)

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.