Il Presidente del Consiglio Berlusconi, per sviare l’opinione pubblica dalle domande alle quali non vuole rispondere, ha cercato di alzare un nuovo polverone mediatico riproponendo la questione della riduzione del numero dei parlamentari. Addirittuara ha dichiarato che porterà in Parlamento una legge di iniziativa popolare raccogliendo milioni di firme.

Ancora una volta Berlusconi prende in giro gli Italiani ed è in malafede. Noi di Italia dei Valori fin dall’inizio della legislatura abbiamo presentato progetti di legge in tal senso e per la riduzione dei costi della politica. Ne è testimonianza questo breve video, registrato parecchi mesi fa. Più precisamente:
  • Modifica dell'articolo 80 del testo unico di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, in materia di rimborsi per i permessi retribuiti spettanti ai componenti dei consigli e delle giunte degli enti locali, e disposizioni per la verifica dei relativi oneri ( N. 751 ) (presentata il 6 maggio 2008, annunziata il 7 maggio 2008) a prima firma Mura
  • Disposizioni per la trasparenza negli incarichi presso gli enti pubblici e le società e aziende pubbliche ( N. 752) (presentata il 6 maggio 2008, annunziata il 7 maggio 2008) a prima firma Mura
  • Modifiche agli articoli 56, 57, 92, 117 e 121 e abrogazione dell'articolo 99 della Costituzione. Diminuzione del numero dei parlamentari, dei membri del Governo e dei componenti dei consigli e delle giunte regionali, nonché soppressione del Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro, per la riduzione dei costi della politica ( N. 968 ) (presentata il 13 maggio 2008, annunziata il 14 maggio 2008) a prima firma Borghesi
  • Disposizioni per la riduzione dei costi della politica, il contenimento della spesa pubblica e la riduzione del debito pubblico ( N. 969 ) (presentata il 13 maggio 2008, annunziata il 14 maggio 2008) a prima firma Borghesi
  • Disposizioni per il contenimento della spesa degli organi istituzionali e per la trasparenza delle attività di rappresentanza politica, sindacale e di relazione istituzionale (N. 996 ) (presentata il 13 maggio 2008, annunziata il 14 maggio 2008) a prima firma Mura
  • Modifiche all'articolo 1 della legge 3 giugno 1999, n. 157, in materia di rimborso delle spese per consultazioni elettorali ( N. 1067 ) (presentata il 16 maggio 2008, annunziata il 20 maggio 2008) a prima firma Mura
  • Modifica all'articolo 15 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al dcreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, in materia di limite alle detrazioni per erogazioni liberali in favore dei partiti e dei movimenti politici ( N. 1385 ) (presentata il 24 giugno 2008, annunziata il 25 giugno 2008) a prima firma Borghesi
  • Modifiche agli articoli 114, 117, 118, 119, 120, 132 e 133 della Costituzione, in materia di soppressione delle province ( N. 1990 ) (presentata il 5 dicembre 2008, annunziata il 9 dicembre 2008) a prima firma Donadi
  • Disposizioni per il contenimento della spesa pubblica mediante la soppressione di enti territoriali ( N. 2247 ) (presentata il 26 febbraio 2009, annunziata il 9 marzo 2009) a prima firma Borghesi
Come si vede le nostre proposte ci sono. Ma tutte le volte che abbiamo chiesto che venissero iscritte all’ordine del giorno, la maggioranza che sostiene Berlusconi ha sempre detto “NO”.
Ciò dimostra la totale malafede di Berlusconi, ancora una volta alla ricerca di uno spot elettorale Se realmente vuole la riduzione del numero dei parlamentari non c’è bisogno che perda tempo a raccogliere firme tra i cittadini: basta che dica alla sua maggioranza di mettere in discussione ed approvare le nostre proposte.

Commenti   

#2 mazzma 2009-05-30 21:54
Ho come un eritema, non riesco più a stare nella mia pelle di cittadino onesto in presenza di una persona tanto malefica per il nostro paese.
Per l'interesse di pochi sta rovinando una nazione intera. Per il benessere di 3/4 milioni (delinquenti compresi) sta distruggendo il potere giudiziario e lo vuole asservire al potere eesecutivo.
Siamo sulla strada del non ritorno.
Visto che ancora riesce a farsi crescere i capelli c'è solo da sperare nella Provvidenza!!!!
#1 valia 2009-05-30 13:38
Ogni volta che si avvicinano le elezioni il Personaggio se ne esce con le sue trovate populiste, purtroppo la maggior parte dei cittadini italiani si fà abbindolare dal Personaggio e dai messaggi dei suoi seguaci, ma primo o poi la festa finirà!!!

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.