Il 23 dicembre, alla Camera dei Deputati,  le Commissioni riunite Bilancio e Cultura hanno fatto regali di Natale. Tutto ebbe inizio quando, con l’ultima finanziaria del governo Prodi, Italia dei Valori ottenne l’abolizione della cosiddetta “legge mancia”.
Tale provvedimento (Legge n. 311 del 2004) è stata una delle peggiori leggi clientelari approvata dal governo Berlusconi. Prevedeva interventi a pioggia, senza alcuna trasparenza, su indicazione di singoli parlamentari, i quali, per ragioni di mera clientela, hanno distribuito somme ingenti per i più disparati micro-interventi nei loro collegi elettorali. Un grande esempio di cattiva politica. In occasione dell’ultima finanziaria del governo Berlusconi essa costò ben 222 milioni di euro. All’atto della sua abrogazione vi erano residui di circa 18 milioni di euro (12 per la Camera e 6 per il Senato). All’inizio di agosto vi fu un tentativo di deliberarne l’utilizzo: Italia dei Valori si oppose e così fu stabilito che venissero impiegati per l’adeguamento degli edifici scolastici alle norme di sicurezza. Ma si sa …il lupo perde il pelo ma non il vizio… ed in questo caso per “i lupi” è difficile rinunciare alla politica clientelare. E così, più o meno alla chetichella, due giorni prima di Natale i parlamentari di PdL, Lega, MpA e Pd hanno pensato bene che fosse ora di fare …doni natalizi. Le Commissioni riunite, con il solo voto contrario di Italia dei Valori e Udc, hanno approvato circa 250 micro-interventi (mediamente meno di 50 mila euro ciascuno), apparentemente per adeguamento di edifici scolastici a norme di sicurezza. Una assurda dispersione di risorse per interventi che non adegueranno un bel nulla, mentre si sarebbero potute concentrare le somme disponibili su 3-4 edifici, garantendo una vera sicurezza degli studenti che li frequentano ed evitando nuove vicende come quelle del liceo Darwin di Rivoli, costato la vita ad un ragazzo di 17 anni. Invece si sono gettati al vento 18 milioni di euro in un momento di gravi difficoltà economiche del Paese. Non possiamo parlare propriamente di “costi della politica”, ma sicuramente siamo in presenza di “sprechi della politica”.
BUON NATALE A TUTTI !

Commenti   

#3 a.lora 2008-12-26 09:34
Egregio Onorevole, sono d'accordo con il primo commento: non credo che sia difficile compilare l'elenco di questi interventi a pioggia; poi diamoci appuntamento tra un anno e noi stessi, iscritti, sparsi nel territorio e chiamati in causa per i rispettivi paesi, potremo dare il resoconto di cosa hanno fatto i nostri rispettivi amministratori dei vari partiti. Cerchiamo di lavorare insieme in modo utile e responsabile perché questo continuo stillicidio delle malefatte piccole e grandi dei politici di tutti i colori, a mio parere, non fanno altro che deprimerci e allontanarci sempre più dalla casta e dal voto.
#2 zanoni 2008-12-26 03:01
Caro Onorevole Borghesi,
credo sarebbe interessante che il vostro gruppo effettuasse un'indagine per stabilire in che comuni sono andati a finire questi 250 interventi. Poi sarebbe utile vedere il colore dell'amministrazione comunale di tutti questi comuni, cio' potrebbe tornare utile per rimarcare l'assurdità di questa "regalia". Faro' girare via internet questo suo intervento. Grazie, buone feste a Lei e a tutti
Andrea Zanoni
Treviso
#1 pfasce 2008-12-25 11:17
Mi permetto di segnalare la "sfida sul merito" da parte dei precari della scuola.
Cosa c'entra con l'edilizia scolastica? C'entra perche' occorrono strutture adeguate perche' le scuole possano erogare servizi in maniera adeguata allo scopo, e cioe' la formazione diffusa, profonda e personalizzata per tutti.
Eccoci:
http://precariliguria.blog.kataweb.it/2008/10/31/sfida-sul-merito/
Buon Natale a tutti.

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.