Alitalia: Berlusconi vuole Lufthansa, che però è disposta a pagare meno di Air France. Ora è chiaro. L’Italianità non c’entrava nulla. Il vero problema è che a Berlusconi , dittatore da parodia del nostro Paese, Lufthansa interessava di più di Air France. Ma Lufthansa non era disponibile a pagare per Alitalia quanto Air France. Ed allora bisognava trovare il modo di far fallire quella trattativa.

Ecco perciò Berlusconi brandire la spada dell’Italianità e Bonanni, che voleva favorire il suo amico Toto, dargli una mano. Questa potrebbe essere la conclusione della vicenda se risulteranno vere le indiscrezioni, secondo le quali i contatti tra Berlusconi e Lufthansa risalgono a molti mesi fa, prima delle elezioni. Sempre secondo quanto riportato dal giornale on line “Affari Italiani.it” il partner straniero di cui si è sempre parlato e che sarebbe stato coinvolto dopo la firma tra Cai, Fantozzi e le organizzazioni sindacali sarebbe stata proprio la compagnia tedesca. Solo così si può altresì interpretare la dichiarazione rilasciata oggi alle 10.30 da Bonanni: ''Ho la sensazione che un accordo con un partner straniero c'è e che lo abbiano fatto fin dal primo momento''. Il sindacalista ha ribadito la sua preferenza per Lufthansa che entri in Alitalia con quota di minoranza e vincoli di non scalabilita'.” E solo così si può interpretare l’excusatio non petita di Berlusconi che alla medesima ora dichiarava: "Sono esattamente uguali le ipotesi Lufthansa-Aifrance e British Airways come ipotesi di collaborazione e di alleanza e, eventualmente, con una partecipazione di assoluta minoranza”. Poiché l’accordo con Cai costerà ai cittadini italiani da 2,8 a 4,4 miliardi di Euro in più di quello già previsto con Air France, diviene facile concludere che Berlusconi voleva far risparmiare tale somma gigantesca non solo ai sui amici “Capitani coraggiosi”, ma anche a Lufthansa. Se così dovesse finire non credo che la Francia  sarà tanto tenera verso di noi nel prossimo futuro e forse cercherà di farcela pagare.

Commenti   

#3 tiziano.franco 2008-09-25 11:23
Per Paolo Billi
Proprio ieri ho visto il film "biutiful cauntri" (non ho scritto male si scrive proprio così). Ci sono 1766 kmq di superficie in Campania completamente inquinata. La spazzatura non è sparita da Napoli (a parte le zone del centro) sono sparite le telecamere ed i giornalisti... Davanti a tanto scempio l'europa non può che condannare l'Italia e quindi i cittadini italiani. (come per la mancata applicazione della sentenza europea salva Rete4)
Tiziano Franco
#2 scout 2008-09-25 00:03
On. Borghesi quello che dice è vero e lo sappiamo, ma anche sul sistema MoSE ci sono amici vari come in Anas.....non vorrei che solo gli amici degli altri siano demonizzati.
#1 Paolo Billi 2008-09-24 22:07
Che Berlusconi volesse fallire la trattativa Air France per far fallire Alitalia e svederla ai suoi amci era ben evidente fin dall'inizio. Purtoppo però una larga maggiorana di italiani, anestetizzati dagli imbonitori televisivi e da telegiornali accondiscendenti con il potere, non si sono accorti di nulla e lo hanno lasciato fare. Mi chiedo anche quanto ci è costato rimuovere la spazzatura da Napoli che nessuno sa dove sia finita. Il paese arranca, ma ancora forse non abbastanza perchè la ente si svegli dal torpore o dalla rassegnazione che la pervade. Per fortuna siamo in Europa.

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.