Abbiamo fatto un’opposizione durissima, al limite del regolamento parlamentare, ma alla fine la nostra opposizione ha avuto la meglio.
Il governo ha cassato dal suo emendamento quella parte che di fatto garantiva la prosecuzione delle trasmissioni di Rete4 fino al 2012. L’approvazione dell’emendamento avrebbe reso impossibile dare attuazione alla sentenza della Corte di Giustizia delle Comunità Europee (che fa seguito a quella della Corte Costituzionale) che ha condannato l’Italia a ripristinare la legalità attribuendo la frequenza di Rete4 ad Europa7, che ne è il legittimo concessionario. Questa diventa ora la nostra nuova battaglia: attuare immediatamente questa sentenza.. Non farlo potrebbe costare allo Stato e quindi a noi contribuenti circa 350 mila Euro per ogni giorno di ritardo (120 milioni di Euro all’anno) oltre alla somma che il Tribunale deciderà come risarcimento di danno a Europa7: potrebbe trattarsi della enorme somma di 3 miliardi di Euro.
Se vuoi seguire uno dei miei interventi sul tema clicca qui sotto

Commenti   

#3 marinoprevi 2008-05-29 13:28
Complimenti e grazie.
La forza delle idee e dei valori alla fine ha più energia di quello che si pensi; ritengo invece che, una volta capito il trucco, il mondo politico-virtuale costruito distorcendo la realtà (concentrata sugli interessi personali) con televisioni e carta patinata non sia così solido come vogliono farci credere. E molti hanno capito il trucco, Europa compresa.
Bravi, a voi il merito. Con stima.
#2 Paolo Billi 2008-05-29 13:14
Il governo Berlusconi costruito solo su proclami di propaganda comincia a mostrare il solito, vero, vecchio volto. Complimenti ad IDV che non ha mai ceduto alla sirena di Arcore. Bravi.
#1 francoruggiero 2008-05-29 06:10
bravi...bravi...bravi .
LA vostra opposizione è fatta bene.
continuate cosi
franco

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.