Fedele Confalonieri, Presidente Mediaset, è stato rinviato a giudizio per frode fiscale nell'ambito dell'inchiesta sui presunti fondi neri relativi ai diritti tv dell´emittente televisiva di proprietà di Silvio Berlusconi. E’ l’ennesimo tra i suoi “amichetti” che finisce nei guai.
L’elenco è lunghissimo. Solo prendendo i candidati alle recenti elezioni politiche, tra condannati, prescritti, indagati, imputati e rinviati a giudizio: Deborah Bergamini (interruzione di pubblico servizio alla Rai); Massimo Maria Berruti (favoreggiamento per le tangenti Fininvest); Aldo Brancher (falso in bilancio e finanziamento illecito); Romano Cominciali (fatture false e bilanci truccati Publitalia); Marcello Dell’Utri (fatture false e mafia); Luigi Grillo (aggiotaggio vicenda Banca Popolare di Lodi); Alfredo Messina (favoreggiamento); Umberto Scapagnini (abuso d’ufficio e violazione legge elettorale); Salvatore Sciascia (corruzione vicenda Fininvest). Per non dimenticare Cesare Previti (corruzione), Adriano Galliani (falso in bilancio) e quel Salvatore Ligresti (che ora si propone per la cordata Alitalia) e che in passato ha versato, insieme a Berlusconi sostanziose mazzette a Bettino Craxi .
Tornando a Confalonieri, secondo l'accusa, in qualità di presidente di Mediaset avrebbe evaso imposte per complessivi 13,3 milioni di euro tra il 2001 e il 2003. Il processo inizierà il prossimo 21 ottobre davanti ai giudici della II Sezione Penale del Tribunale di Milano. Sul banco degli imputati insieme a lui ci sarà anche lo stesso futuro Primo Ministro Silvio Berlusconi, al quale vengono contestate appropriazione indebita aggravata, frode fiscale e falso in bilancio.
Saranno probabilmente condannati ma andranno ad aggiungersi al folto elenco di potenti che non farà un giorno di prigione, grazie all’indulto contro il quale Italia dei Valori si è tenacemente battuta.
Triste conclusione: questa è la gente che ci governerà nei prossimi cinque anni.

Commenti   

#2 marco 2008-05-01 14:44
c'è chi alleato con queste carcasse tricolori pensa di fare un nuovo stato più giusto: la Banania!
#1 antonio 2008-04-28 14:35
Grazie o seguito già la vicenda in proposito, purtoppo, penzo propio che,
come avviene sempre in Italia, per fatti del genere questi individuvi non vanno mai in priggione, arrabiandomi inutilmente

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.