Ho fatto oggi la dichiarazione di voto per Idv, sulla fiducia posta dal governo sulla manovra economica. Ecco ciò che ho detto:

 

PRESIDENTE. Ha chiesto di parlare per dichiarazione di voto l'onorevole Borghesi. Ne ha facoltà.

ANTONIO BORGHESI. Signor Presidente, signor Ministro assente, da ieri, il Titanic è la nave Italia che naviga in un mare in tempesta infestato di iceberg. Voi siete la banda degli orchestranti, che suona per il divertimento e il ballo dei passeggeri di prima classe. Voi siete i predatori del Titanic, interessati solo a depredare l'Italia insieme alle bande dei vostri amici. Chi aiuta e sostiene le bande è un bandito, dunque, siete anche banditi (Applausi dei deputati del gruppo Italia dei Valori). La vostra manovra economica è la sintesi perfetta del vostro modo di governare: togliere ai poveri e dare ai ricchi, o, comunque, non toccarli mai più di tanto. Siete i predatori del Titanic, siete i nuovi banditi!
Noi dell'Italia dei Valori, pur nella difficile situazione, abbiamo presentato una proposta di finanza pubblica capace di liberare risorse per tagliare le tasse a lavoratori e famiglie, e per ridurre l'IRAP alle imprese. Abbiamo proposto misure di riduzione dei costi della politica per 15 miliardi di euro. Voi aumentate le tasse agli italiani di 20 miliardi di euro. Voi non mettete le mani nelle tasche degli italiani, li aspettate dietro l'angolo e con la pistola puntata dite loro: o la borsa, o la vita. Siete i predatori del Titanic, siete i nuovi banditi!
Noi proponiamo: l'abolizione dei vitalizi a parlamentari e consiglieri regionali, il dimezzamento dei parlamentari e dei consiglieri regionali, l'abolizione dei rimborsi elettorali ai partiti e dei contributi all'editoria, il blocco delle auto blu, la soppressione delle province, delle comunità montane, dei consorzi di bonifica, delle circoscrizioni e degli enti inutili.
Voi intervenite con la ridicola riduzione della cilindrata delle auto di servizio e con una non chiara rimodulazione delle indennità. È come se uno volesse fermare con una mano un treno lanciato a cento chilometri all'ora. Voi, in realtà, favorite la banda dei politicanti. Perciò siete i nuovi banditi, siete i predatori del Titanic!
Noi proponiamo il blocco delle consulenze e un amministratore unico per 7 mila società partecipate degli enti locali, in luogo di 25 mila consiglieri di amministrazione. Proponiamo la soppressione delle rappresentanze delle regioni all'estero. Voi proponete nuovi uffici ministeriali a Monza. Voi, in realtà, favorite la banda di coloro che vivono di politica. Voi siete i nuovi banditi, siete i predatori del Titanic (Applausi dei deputati del gruppo Italia dei Valori)!
Noi proponiamo un contributo di solidarietà a coloro che hanno reintrodotto in Italia 100 miliardi di euro di capitali esportati clandestinamente, pagando solo il 4 per cento. Anche voi chiedete un contributo di solidarietà: ai pensionati che prendono 2 mila 500 euro lordi al mese, agli ammalati, ai disabili, alle famiglie numerose e a chi, con la fatica del risparmio, ha acquistato una casa con un mutuo. Voi, in realtà, favorite la banda degli esportatori clandestini di capitale, che sono evasori, corruttori e mafiosi. Perciò siete i nuovi banditi, siete i predatori del Titanic (Applausi dei deputati del gruppo Italia dei Valori)!
Noi proponiamo la riduzione delle spese militari. Voi progettate di spendere 14 miliardi di euro per acquistare 135 cacciabombardieri, per compiacere ad un'altra banda amica vostra: quella dei fabbricanti di armi. Perciò siete i nuovi banditi, siete i predatori del Titanic!
Noi proponiamo ulteriori norme per il contrasto all'evasione e all'elusione fiscale, per ridurre i vantaggi fiscali alle banche, per dare efficacia immediata al nuovo redditometro. Voi fate un nuovo condono fiscale, un nuovo condono previdenziale e togliete alle banche le sanzioni già erogate in sede di recupero di agevolazioni fiscali indebitamente percepite. Voi favorite, in realtà, la banda degli evasori. Perciò siete i nuovi banditi, siete i predatori del Titanic!
Noi proponiamo l'adeguamento all'Europa della tassazione delle rendite speculative dal 12,50 al 20 per cento, esclusi i titoli pubblici. Nonostante avevate dichiarato di volerlo fare, nel testo che oggi approveremo non vi è nulla che colpisca la banda degli speculatori finanziari. Perciò siete i nuovi banditi, siete i predatori del Titanic!
Noi proponiamo l'aumento della tassazione sui giochi d'azzardo al 15 per cento. Le organizzazioni mafiose, come dimostrano le recenti operazioni anticrimine, sono ormai interne al comparto economico del gioco legale: lo dice la relazione della Commissione antimafia sulle infiltrazioni nel gioco lecito e illecito, ma a voi non interessa. Voi favorite, in realtà, la banda dei giochi. Perciò siete i nuovi banditi, siete i predatori del Titanic!
Noi proponiamo misure una tantum per la riduzione del debito pubblico, con azioni per rendere veloce e obbligata la dismissione di immobili e partecipazioni dello Stato e degli enti locali, per il recupero delle cartelle esattoriali non riscosse: una vera e propria forma di evasione fiscale aggiuntiva, che ha raggiunto, signor Presidente, la stratosferica cifra di oltre 440 miliardi di euro. Ma voi, in realtà, favorite la banda dei creatori di bare fiscali: quelle, ad esempio, che hanno portato in carcere il presidente della Confcommercio di Roma. Perciò siete i nuovi banditi, siete i predatori del Titanic
Noi proponiamo un piano di vere liberalizzazioni, consapevoli che l'Italia si salverà solo se riuscirà ad abbattere il peso e il costo per le imprese, che le caste e le corporazioni esercitano nel Paese; in relazione a ordini di professionali, privatizzazioni delle camere di commercio ed eliminazione del balzello alle piccole e piccolissime imprese, servizi postali, trasporto ferroviario, gestioni autostradali e servizi aeroportuali, servizi finanziari, bancari ed assicurativi, distribuzione di carburanti, autotrasporto, a voi è bastata una lettera di qualche parlamentare avvocato per fermare anche quel poco che volevate fare. Voi favorite, in realtà, la banda delle caste e delle corporazioni, perciò siete i nuovi banditi, siete i predatori del Titanic (Applausi dei deputati del gruppo Italia dei Valori)!
Voi siete gli orchestrali che continuano a suonare per i passeggeri di prima classe e per i loro balli mentre il Titanic affonda e con questo decreto vi preoccupate di salvare solo loro. Noi ci auguriamo che il Titanic non affondi perché non giochiamo al tanto peggio tanto meglio sulla pelle degli italiani; ma, per favore, smettete di suonare, riponete gli strumenti ed andatevene a casa in fretta, siete i predatori del Titanic! Siete i nuovi banditi! Quando saremo al Governo, speriamo presto, cambieremo questo decreto-legge per renderlo equo e per salvare tutti i passeggeri, e non solo quelli di prima classe. Non avete più la fiducia degli italiani, non avete mai avuto la nostra (Applausi dei deputati del gruppo Italia dei Valori - Congratulazioni)!

Commenti   

#10 dapueto 2011-07-18 09:57
Gentile Antonio,
I complimenti questa volta non li posso proprio fare,come al solito i sacrifici li dobbiamo fare noi cittadini.La vergogna delli sprechi, la vergogna dei privilegi,troppo facile a parole,ci volevano fatti!Non sono ne di destra ne di sinistra,queste differenze non dovrebbero piu' esistere!Noi poveri stupidi dovremo pagare l'imps per 40anni!Ma come si puo'!!!!Andare in pensione a 70anni!!!A sett'antanni si è rincoglioniti!!Io voglio godermi almeno 3 o 4 anni senza lavorare, pagheremo e basta, la pesione non la vedremo mai, tutto questo perchè i soldi li avete sprecati e usati per altre esigenze.Una cosa e sicura, spero solo che accada qualcosa di nuovo,che ci sia un cambiamento nei cittadini .Qualcuno ha scritto che il popolo è sovrano....Mi sa che i sovrani sono la classe politica che governa questo paese.Noi dobbiamo decidere quanto dove prendere di stipendio un parlamentare,noi dobbiamo decidere quanto prenderà di pensione e quando ci andrà.Non le sembra piu' normale???
#9 sandros 2011-07-17 12:20
Parole sante ! caro Antonio. Ma non se ne viene fuori fino a che gli italiano hanno occhi e orecchie bendate.
#8 carliar 2011-07-17 08:55
Come primo concetto legislativo ritengo che ogni legge richiesta dal Consiglio dei Ministri debba essere emessa dalla Camera dei Deputati, ma debba anche passare al Senato affinché ogni Regione possa controllare che la stessa non le arrechi danni o pregiudizi, e questo in consulta con le altre Regioni.
Come secondo concetto ritengo che tutte le Regioni debbano avere lo stesso peso in quantità di Senatori, indipendentemente dal numero di abitanti.
Per condurre questo lavoro di controllo, è sufficiente che ogni Regione abbia tre senatori, per un totale quindi di 20x3=60 Senatori.
I Senatori dovrebbero essere eletti fra coloro che siano candidati dai Partiti in modo da assegnarne due alla maggioranza ed uno alla prima minoranza.
Il risparmio in stipendi legislativi e amministrativi, e in complessità organizzativa è evidente.
Carlo Mascarino, referente IDV in Argentina.
#7 Agostino 2011-07-16 17:49
L'inflazione in salita aumenta gli interessi del debito pubblico, la contrazione delle spese dovute alle attuali scelte del Governo farà scendere di nuovo le entrate sia IRPEF sia sull'IVA. L'economia è ferma o in regresso.. Inoltre le misure appena approvate dal governo da una mia prima analisi renderanno entrate molto limitate rispetto a quanto dichiarato (43-48 MLD di Euro. A me non tornano i conti.
#6 Adolfo 2011-07-16 11:26
Direi le 3 P potrebbero essere
Parlamentari ............riduzione del 50%
Prebende ....... I tanti benefit che sono in appannaggio ai parlamentari
Portaborse ......... I tanti segretari che vivono di luce riflessa alle spalle della politica

Lo so che non siete d'accordo è come dire ad un ......... cappone di organizzare la festa di natale

Adolfo
#5 Mazzoccoli 2011-07-15 22:45
Sono anche io del parere che, oramai, più che di interventi "eroici ", c 'è da assumere la Responsabilità di un Governo Nazionale.
Berlusconi ed il suo governo, è vero, ci hanno condotto ad una situazione che rasenta quella del 1992..

LA OPPOSIZIONE CHE NON C 'E ' HA PRODOTTO, INSIEME ALLA MAGGIORANZA CHE NON C 'E ', UNA SITUAZIONE DRAMMATICA CHE INVECE C 'E ' ECCOME..
-----------------------
Non voglio con questo nè semplificare il ragionamento, nè fare della sterile polemica. Non posso però sottrarmi alla analisi di quanto esposto nella relazione che, a nome del suo gruppo politico, lei ha tenuto, ed in particolare per quanto attiene alle proposte in essa richiamate.

Sulla base di quanto ho letto qui ed altrove, ritengo sinceramente assai carente, sia dal punto di vista del contesto che degli interventi, le proposte che il suo partito ha presentato.

Se consideriamo la realtà, è chiaro che non di "noccioline " c 'è bisogno, ma di una rivoluzione strutturale che fornisca alle casse dello Stato ALMENO 70-80 miliardi di euro in PIU '... E questo non per uno o due anni. Occorre cambiare da ora e per sempre..

Io sinceramente non rilevo nulla, nè nelle proposte di IDV, nè nelle proposte del PD, che consenta di fare questo salto qualitativo che pure l 'ITALIA merita.
In più non trovo quelle riforme che una sinistra riformista dovrebbe presentare per schierarsi al fianco delle fasce più deboli che pure, considerato tutto, rappresentano quasi 30 milioni di potenziali elettori...

Eppure è facile ipotizzare che OCCORRE AVERE PER FORZA UN BUON AVANZO PRIMARIO PER FARE RIPARTIRE LO STATO..
Questo implica portare, nelle Casse dello Stato, soldi a sufficienza per le seguenti cose:
  • Pagare gli stipendi della Pubblica Amministrazione
  • Far fronte alle spese correnti dello Stato
  • Pagare gli interessi sul debito Pubblico (che ha rotto ogni argine, arrivando oltre quota 1897 miliardi di euro..)


Quello che rimane è la parte che può e che deve essere destinata al rilancio. Ma nelle vostre proposte dove si trova, di grazia, una voce pari ad almeno 80-90 Miliardi da recuperare per ciascun anno ?

Ecco allora che interviene l 'elemento che nessuna forza politica, ancora oggi, accetta di ammettere: LA EVASIONE FISCALE E LA ECONOMIA SOMMERSA sono due PIOVRE che stanno distruggendo il Paese..

E ' un dato di fatto che:
  • una fetta sempre più ampia di popolazione finisce per vivere nel sommerso semplicemente per "sopravvivere "
  • una parte consistente di popolazione, se da un lato è in grado di sottrarre reddito al Fisco, dall 'altra finanzia il debito comprando titoli di stato con i proventi del "nero " e del sommerso


Dunque siamo nella condizione in cui lo Stato diventa DEBITORE nei confronti di soggetti ai quali, a causa di una normativa fiscale anticostituzionale e sbagliata, non è in grado di chiedere le tasse in modo corretto. Se un cittadino su 4 oramai non paga le tasse o le paga in misura largamente inferiore al dovuto, va da sè che il patto sociale che qualcuno ha voluto stipulare con la "Visentini " nel 1973 si è rotto.

State comunque ragionando tutti, PD ed IDV, sulle spalle di chi non può sottrarsi al prelievo forzoso, deciso da un colpo di mano del 1973 e che ora dovreste avere il coraggio di iniziare a denunciare, dal momento che non è coerente al Dettato Costituzionale.

Chi ha tenuto botta, dal 1973 ad oggi, caro Borghesi, sono i Lavoratori Dipendenti ed i Pensionati, quelli che, nel 2010, hanno contribuito per il 93% al gettito IRPEF, pur detenendo meno del 30% della Ricchezza.... Inutile dire chi esce salvo dai ragionamenti che ne conseguono.

Legga i tantissimi articoli e le inchieste che sul sito della Associazione "Articolo 53 " abbiamo pubblicato.

I lavoratori dipendenti nelle ultime politiche hanno votato in massa per il PDL. La promessa "Meno tasse per tutti " ha richiamato fette consistenti di Pensionati, Professionisti, Operai. Per assurdo anche Studenti e Disoccupati hanno preferito dare il voto al PDL..

Perchè allora non cominciate a metabolizzare che occorre riportare al Dettato Costituzionale il Sistema Tributario ?

Dal Convegno di Firenze del 26 Febbraio 2011, in cui due associazioni di cittadini, ARTICOLO 53 Articolo 53 (www.sites.google.com/site/articolo53/home) ed ARDeP (Ass. per la Riduzione del Debito Pubblico) ARDeP (www.ardep.it/), hanno affrontato il tema del FISCO, EVASIONE FISCALE e DEBITO PUBBLICO, sono venute fuori le considerazioni che riporto sinteticamente, seguite da una proposta Operativa in 11 Punti

La proposta, quindi, esiste. Ritengo che la conosca anche Lei. E ', ripeto, composta di 11 punti e consente di recuperare qualcosa come 75-80 Miliardi di imponibile evaso..
______________________
In sintesi, il Convegno ha chiaramente riconosciuto l 'essenzialità di una riforma fiscale che
-cambi i rapporti fra Stato e cittadini e fra i cittadini stessi
-abbia come punto centrale la redistribuzione del carico fiscale
-che deve conseguire i seguenti effetti:

1. Superamento dell 'attuale PATTO SOCIALE in vigore con la legge 600/73 e seguenti, che ormai ha dimostrato il suo fallimento. Infatti i bilanci statali hanno rispettato le spese ma non le entrate. Per questo motivo l 'evasione fiscale è arrivata a livelli colossali corrispondente a 160 miliardi di mancato gettito per l 'anno 2010 ed il debito pubblico alla cifra astronomica di 1870 miliardi a tutt 'oggi
2. Stipula di un nuovo PATTO SOCIALE che abbia alla sua base l 'attuazione degli articoli 2,3 e 53 della Costituzione, condizione questa necessaria per il risanamento dei conti pubblici e per garantire equità giustizia fiscale.
3. Accertamento della capacità contributiva effettiva (art. 53 Costituzione comma 1) basata non più sui ricavi ma sui guadagni (ottenuti dalla operazione "RICAVI meno SPESE ")
4. Abbandono degli "studi di settore " o altro metodo forfetario induttivo/sintetico, sistemi che producono, essi stessi, l 'evasione fiscale e non accertano la capacità contributiva effettiva.
5.Introduzione, per la determinazione della capacità contributiva,del sistema analitico/deduttivo/sistematico che ha abbia l 'effetto di:
a. fare emergere l 'economia "sommersa "
b. dare a ciascuno la propria ed effettiva capacità contributiva
c. dare effettiva progressività al sistema tributario nel suo complesso ( tributi indiretti ed imposte dirette ) secondo gli art. 2, 3 e 53 della Costituzione
d. realizzare il principio secondo il quale "LE SPESE DI TUTTI FORMANO I REDDITI DI TUTTI "
6. La PERSONA deve avere il diritto di dichiarare al fisco la sua vera condizione economica che è fatta di ENTRATE E SPESE.
7. Le rendite di qualsiasi tipo devono essere computate nel coacervo dei redditi ai fini delle imposte dirette e non tassate con aliquote proporzionali, come avviene per i redditi da capitale e sugli immobili dati in affitto.
#4 angelo bonaldi 2011-07-15 21:41
convengo con il pensiero di scaut. approvare questa manovra non serve a nulla. bisognerebbe cogliere l'occasione per chiederne conto di questo disastro.E' troppo comodo adesso versare lacime. prima si dovrebbe chiedere la totale abolizione dei privilegi, e poi chiedere sacrifici agli italiani.
angelo bonaldi
#3 scout 2011-07-15 20:15
I fatti però sono l'accordo fatto con tremonti da PD -IDV -UDC e FLI nel presentare solo pochi emendamenti anche se alla fine tutto il centrosinistra ha votato contro la manovra. La risposta di Tremonti chiarisce ogni cosa. Dire tante volte banditi e poi non fare ostruzionismo per senso di responsabilità nazionale significa far passare la manovra (pensiamo solo alla sanità).. Diverso sarebbe la prospettiva di un governo di unità nazionale per cambiare la legge elettorale e uscire dalla crisi ma IDV è contraria.
#2 santi.fichera 2011-07-15 18:50
Egr.On. il Suo intervento è, a mio giudizio,quasi condivisibile totalmente. il quasi si riferisce al passaggio :Quando saremo al governo... Lei crede realmente che il PD, forza pseudodemocratica, sosterrà quaesta linea? Anche perchè gli applausi venivano solo dalla Sua parte. Comunque tanti complimenti per quante volte ha detto "banditi".
#1 LuiseE 2011-07-15 17:29
Buongiorno,
ho seguito il suo intervento in diretta, sento il dovere di complimentarmi.

Averle "suonate" ai suonatori non è cosa da poco!

Scandaloso però vedere scarsa presenza in aula.

Buon lavoro.

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.