Avevamo presentato una interrogazione a risposta immediata al Ministro Fazio sulla protezione dei cittadini italiani da prodotti giapponesi inquinati dalle radiazioni nucleari in corso a Fukushima. Ci è sembrato ovvio, dopo quanto avvenuto ieri, chiedere al ministro se l'intenzione del governo sia per una cessazione definitiva della costruzione di centrali atomiche oppure se sia solo temporanea. Sentite come ha risposto:

SILVANA MURA. Signor Presidente, onorevole Ministro, la nostra interrogazione chiedeva cosa intendesse fare il Governo con riferimento alla questione della scelta a favore del nucleare anche in considerazione di quanto avvenuto in Giappone. Alla luce dell'emendamento presentato ieri dal Governo con il quale, al fine di acquisire ulteriori evidenze scientifiche, si abroga la legge sulla costruzione di impianti nucleari, la nostra domanda è molto semplice: la decisione del Governo è una cessazione definitiva del programma nucleare italiano o si tratta solo di una sospensione in attesa della acquisizione appunto delle ulteriori evidenze scientifiche?

PRESIDENTE. Il Ministro della salute, Ferruccio Fazio, ha facoltà di rispondere.

FERRUCCIO FAZIO, Ministro della salute. Signor Presidente, prendo atto della profonda difformità dell'interrogazione espressa in modo orale rispetto a quanto pervenuto nelle note e rimando all'emendamento del disegno di legge presentato in Aula ogni successiva considerazione.

PRESIDENTE. L'onorevole Borghesi, cofirmatario dell'interrogazione, ha facoltà di replicare.

ANTONIO BORGHESI. Signor Presidente, signor Ministro, lei non ha risposto alla nostra domanda, lei è reticente, lei è evasivo signor Ministro, il Governo si arrampica sugli specchi signor Ministro, il Governo fa orecchie da mercante! Lei rappresenta il Governo e non può fingere di non conoscere cosa è avvenuto ieri e dire che cosa pensa il Governo su ciò che ha fatto ieri con quell'emendamento. La sua mancata risposta, signor Ministro, svela le vere intenzioni del Governo: un emendamento truffa per evitare il referendum e per impedire di raggiungere il quorum sui quesiti che restano.
Gli italiani che ci stanno ascoltando credo che abbiano capito bene invece il vostro gioco e il trucco del Governo. Voi avete paura che gli italiani dicano sì in via definitiva all'abrogazione sul nucleare e dicano sì soprattutto all'abrogazione di quell'altra legge abbastanza vile, ad personam, sul legittimo impedimento. Gli italiani sappiano che se vogliono liberarsi per sempre dal pericolo nucleare non devono mollare e devono essere pronti ad andare a votare il 12 e il 13 giugno contro il nucleare perché solo all'ultimo momento sapremo se la Cassazione deciderà se si vota o no. Ma devono soprattutto andare a votare «sì» all'abrogazione del legittimo impedimento per seppellire definitivamente questo Governo ed il Presidente del Consiglio (Applausi dei deputati del gruppo Italia dei Valori).

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.