Nel decreto che proroga le missioni internazionali italiane il governo ha tentato, con un suo emendamento, di introdurre una sorta di "naja breve", aperta ai cittadini, che in realtà si presterebbe bene all'addestramento di gruppi paramilitari. L'emendamento è stato dichiarato inammissibile ma sono certo che il governo ci riproverà. Per questo sono intervenuto in aula.

Signor Presidente, l'onorevole Di Stanislao ha già espresso la dichiarazione di voto per il nostro gruppo, dichiarando che voteremo a favore. Io vorrei segnalare che non sono certo che avremmo potuto farlo ove fosse stato approvato l'emendamento 9.100 del Governo che la Presidenza ha dichiarato inammissibile.
In quell'emendamento il Governo prevedeva che le Forze armate organizzassero corsi di formazione aperti a tutti i cittadini allo scopo di istruirli sulla difesa dello Stato. Ora, trattandosi di cittadini adulti, mi chiedo se una cosa di questo genere non assomigli tanto all'istituzione di corpi paramilitari e mi è venuto in mente che così venne fatto quando, novant'anni fa, fu istituita la Milizia volontaria per la sicurezza nazionale che durante il Ventennio fu il primo passo per la fascistizzazione dello Stato (Commenti dei deputati del gruppo Lega Nord Padania).
Quando noi dell'Italia dei Valori parliamo di un Governo che ha una tendenza strisciante verso il fascismo non parliamo di azioni teoriche, ma di azioni pratiche come questa: l'idea cioè che si usino strumenti e soldi dello Stato - 6 milioni di euro per tre anni - per scopi come questo quando non ci sono soldi e ci viene detto che non ci sono risorse per le forze dell'ordine. È veramente un atto inaccettabile, soprattutto perché attraverso di esso si può andare davvero verso l'istituzione di corpi paramilitari o di quelli che con il progetto Gladio, che qualcuno fosse qui ricorderà, già si sono svolti in passato. Noi faremo tutta la nostra seria e forte opposizione ad un progetto di questo genere che forse molti nell'Aula non conoscono, ed anzi invitiamo il Governo a dare spiegazioni su una richiesta e su un emendamento di questo tipo (Applausi dei deputati del gruppo Italia dei Valori).

Commenti   

#2 Vagner 2010-10-22 17:22
Illustrissimo On.Borghesi,il Governo dovrebbe pensare su come far addestrare ed equipaggiare al meglio i militari già in armi e già in grado di difendere egregiamente ciò che sono chiamati a compiere.
Le prove di mininaia costano parecchi soldini in vestizione,vitto,alloggio etc.
ed è visto come una prova di reality \"militaresca\" all\'insegna del \"passare qualche giorno diverso dal solito\".
Sono un professionista militare ed istruttore, sono entusiasta di ciò che ho imparato e di quanto posso trasmettere a chi prende un impegno per una vita,scegliendo di servire la patria.
Allo stesso tempo sono uno \"Statale\" cioè uno dei tanti a cui il governo può spillare soldi in quantità sulle detrazioni Irpef senza appello.
Dicono di noi che quando andiamo (anche)a morire per la patria...siamo ben pagati!!
Provi a vedere a quanto ammonta l\'irpef su quei pochi soldi che \"costerebbero\" le nostre vite,siamo quasi al 45%.
Di conseguenza a fine anno (per il governo) saremmo benestanti.
Non ci spettano riduzioni di alcun tipo,paghiamo tasse universitarie all\'aliquota massima, libri,assistenza sanitaria etc.
Tutto questo con un modesto stipendio statale (che per i militari è,ormai il più basso d\'Europa).
C\'è davvero da meditare.
Non chiediamo aumenti di stipendio (tralaltro fermi da anni)ma almeno di non essere \"tartassati\" ingiustamente solo perchè non possiamo diferderci.
E\'con gaudio ed onore che da oramai 30 anni difendo il mio paese e le sue istituzioni, chiunque siano i rappresentanti ma,...siamo indifesi verso di loro.
Se proprio gli \"avanzano\" dei soldi sul capitolo difesa, li spendessero per equipaggiamenti e mezzi.
Ammodernare le strutture e le macchine,far sentire le istituzioni vicine...è un modo per dare la famosa \"pacca sulla spalla\" a noi tutti,un \"grazie\" muto e virtuale atto a farci sentire fieri di ciò che siamo e gioiosi di compiere in silenzio la nostra indefessa professione.
I miei complimenti per la sua iniziativa Sig. Onorevole.
Non ci lasci soli.
#1 fcalvanella 2010-02-14 14:43
Egr. On. Borghesi, Il suo articolo mi ha risvegliato la curiosità di leggere il testo della proposta a cui Lei si oppone. Dove posso trovarlo in Internet per poterlo leggere?
Distinti saluti.

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.