Dopo le nuove vergognose rivelazioni sugli appalti truccati della gestione Bertolaso della protezione civile, e dopo che in solo giorno sono stati arrestati il consigliere comunale di Milano del Pdl Pennisi ed il presidente della provincia Pdl di Vercelli Masoero entrambi per concussione, il Presidente del Consiglio Berlusconi ha parlato.
Oggi le agenzie hanno pubblicato questo mio comunicato stampa
BURQA: BORGHESI (IDV): CARFAGNA STUDI LEGGI PRIMA DI PARLARE
“Fermo restando il diritto del singolo di indossare ciò che vuole, riteniamo sia indispensabile da parte dello Stato far rispettare determinate norme di civile convivenza. E’ all’interno di questo concetto che inserisco il divieto ad usare il burqa. Non ne faccio una questione religiosa, o, tanto meno, di emancipazione femminile. Uno Stato deve far rispettare l’ordine pubblico, pertanto è sacrosanto che sia vietata la copertura del volto. Facciamo, però, presente al ministro Carfagna che una legge che vieta la copertura del volto in luoghi pubblici in l’Italia esiste già e risale al 1975”. Lo dice in una nota Antonio Borghesi, vice capogruppo dell’Italia dei Valori alla Camera.

Ieri centinaia di lavoratori di Mediaset, per solidarietà con 56 loro colleghi dell’area sartoria e trucco, hanno inscenato una manifestazione di fronte a Montecitorio per segnalare la loro situazione.

Alla chetichella, come di solito fanno i ladruncoli, e nell’ultimo giorno di attività parlamentare, per di più in una giornata nella quale il maltempo ha impedito a molti di essere presenti,