Ieri il capogruppo Pdl alla Camera, Cicchitto ha lasciato intendere che fosse allo studio del governo una legge per l’abbassamento della maggiore età. «E’ una delle tante questioni sul tavolo», anche se «non è la più urgente» -ha detto - facendo crescere rapidamente i miei dubbi, poiché, come si dice, Excusatio non petita accusatio manifesta (come dire “La prima gallina che canta ha fatto l’uovo”).
Di fronte ad una tale dichiarazione ho immediatamente reagito con il seguente comunicato stampa ripreso dall’ Ansa:
Aveva ottenuto un rimborso di circa 20.000 euro per l’affitto di una residenza nei pressi del Parlamento, a titolo di rimborso connesso alla carica di deputato, ma in realtà l’abitazione era proprietà di sua figlia. Le ricevute erano false e lui non aveva mai tirato fuori di tasca neanche un centesimo. Il giudice che lo ha condannato ha scritto nella sua sentenza che le sue false dichiarazioni hanno “violato l’alta fiducia di cui godono i deputati”.
Sono ieri intervenuto sulla questione ricordando a tutti che "Il problema non e' se le condizioni poste da Marchionne, che pure ha fatto molti errori, riducano o meno le condizioni di lavoro alla Fiat ma se cio' sia necessario per continuare a produrre automobili (e non solo quelle) in Italia.". L'economia ha le sue leggi e le aziende assistite dallo Stato sono la peggiore sciagura per tutti i cittadini che pagano le tasse.

E' giusto protestare contro Lula per la mancata estradizione del terrorista rosso Battisti. Come ha dichiarato Antonio Di Pietro : ''E' una brutta pagina che non avremmo voluto leggere. Siamo disponibili ad un confronto con le altre forze politiche affinché l'Italia abbia un'unica voce contro il terrorismo''.

Cio' detto e considerando che contro il terrorismo non puo' che esservi condanna ''senza se e senza ma'', mi chiedo se Lula potrebbe avere qualcosa da obiettare alla politica italiana, che richiama addirittura l'ambasciatore e minaccia rappresaglie economiche contro il Brasile.