TG1. GIORNALISTI DISINFORMATI

notebook_reporter ROMA, 7 FEB – La disinformazione di qualche giornalista, pure lautamente pagato, ha portato il conduttore del TG1 di oggi delle 13.30 ad affermare che la maggioranza è stata battuta alla Camera su un emendamento presentato dall’opposizione. Non è andata così – afferma l’on. Borghesi, deputato di Italia dei Valori. E’ stata l’opposizione che ha invece votato un emendamento proposto dall’on. Palomba (IDV), il quale ne aveva solo chiesto l’accantonamento per una valutazione finale successiva. La pretesa del Presidente della Commissione, Violante, di mettere ai voti l’emendamento ha portato all’approvazione del medesimo. L’emedamento tendeva a ridurre alla metà il numero dei componenti dell’istituendo organismo “Garante dei diritti dei detenuti”, al fine di contenerne i costi. La disinformazione di chi ha redatto l’annuncio toglie il merito a chi ha fatto quella proposta e lo trasferisce all’opposizione: Italia dei valori-conclude Borghesi- si batte per la riduzione dei costi della politica.

Commenti   

#1 dadeone 2007-09-30 14:53
La disinformazione in Italia è un problema non ulteriormente rimandabile. Non è pensabile che siamo costretti ad informarci tramite comici, giornalisti epurati dalla TV di Stato, Internet e giornali esteri perché tutti i giornali italiani debbono rispondere a logiche estranee all'Informazione.
La Democrazia di un Paese si misura anche in base alla qualità della sua Informazione.
Servono provvedimenti contro i finanziamenti pubblici ai giornali e un piano per togliere la RAI dalle mani del governo di turno.
Non dimentichiamo anche che Rete 4 DEVE liberare le frequenze e traslocare sul satellite, come stabilito dalla Corte Suprema di Cassazione, e lasciare spazio a Europa 7. LEGALITA' innanzi tutto!

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.