Ieri centinaia di lavoratori di Mediaset, per solidarietà con 56 loro colleghi dell’area sartoria e trucco, hanno inscenato una manifestazione di fronte a Montecitorio per segnalare la loro situazione.

Il loro è uno dei tanti casi di esternalizzazione di attività, cedute a soggetti che svolgono una vera e propria attività di “rottamazione” del personale. Basti pensare al caso Eutelia, che ha prima ceduto il ramo d’azienda Information Technology alla società “Agile”, facente parte del gruppo, per poter fruire delle norme sul licenziamento collettivo. Successivamente ha ceduto Agile al gruppo Omega, liberandosi così del problema e lasciando a quest’ultimo il compito di “macelleria umana”, cioè dei licenziamenti a basso costo. E’ vero che il mercato del lavoro nel nostro Paese è fortemente ingessato e che la difficoltà di gestire con adeguata flessibilità le uscite genera a sua volta forti vischiosità nel favorire gli ingressi. Ciò tuttavia non autorizza un ricorso truffaldino ad un meccanismo, come la cessione di ramo di azienda, nato per favorire processi di scomposizione e ricomposizione aziendale legati a vere esigenze di natura produttiva. Così come vi è un uso distorto delle norme tributarie per evitare il pagamento delle imposte (elusione fiscale), che oggi viene colpito con una norma che sanziona i comportamenti mirati a tale scopo, è necessario che sia introdotta una norma anti elusiva che rende nulle le cessioni di ramo di azienda poste in essere al solo scopo di “scaricare” i dipendenti. Ho intenzione di lavorare ad una proposta di legge che individui, attraverso parametri oggettivi, la volontà di eludere le norme sui licenziamenti collettivi.

Commenti   

#2 decolle 2010-01-21 14:20
la ringrazio non solo per l attenzione a questi problemi, ma anche per il dichiarato impegno di proporre, nella sede deputata, il possibile rimedio.
Mi permetto inoltre di suggerire di fare il possibile per far "riaccendere i riflettori mediatici" su tutte quelle aziende su cui pendono propositi di chiusura attività, licenziamenti, cassa integrazione ( per esempio che novità su Yamaha, Fiat Termini Imerese, Alcoa, ecc.), proponendo soluzioni concrete. Grazie
#1 luciosbi 2010-01-21 13:53
Antonio, mica è una novità delle esternalizzazioni che fanno le grandi aziende, lo fanno per pagare di meno i lavoratori e toglierseli dalle OO per non parlare poi della Cassa integrazione (una farsa) gli imprenditori i soldi li hanno, eccome se li hanno, ma preferiscono ricorrere al "pozzo nero dell'INPS) per pagarli, invece di mettere mano al loro di portafogli, e il tutto ricade sulla........ collettività ovviamente, gradirei che facessi un qualcosa in più per monitorare la "cassa integrazione" anche perchè non è che tutte le aziende che la richiedono ne hanno un effettivo bisogno.
LucioLT

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.