Ieri il TG2 ha passato un mio breve intervento.

Ecco cosa scrivono i giudici anche quando hanno archiviato le inchieste per prescrizione dei reati:

Gip di Firenze, Giuseppe Soresina, il 14 novembre 1998
Berlusconi e Dell’Utri hanno intrattenuto rapporti non meramente episodici con i soggetti criminali cui è riferibile il programma stragista realizzato” [ndr il clan corleonese che da vent'anni guida Cosa Nostra, con centinaia di omicidi e una mezza dozzina di stragi]. ……. “una obiettiva convergenza degli interessi politici di Cosa Nostra rispetto ad alcune qualificate linee programmatiche della nuova formazione [ndr Forza Italia]: articolo 41 bis, legislazione sui collaboratori di giustizia, recupero del garantismo processuale asseritamente trascurato dalla legislazione dei primi anni 90”….. "l'ipotesi iniziale [ndr di un coinvolgimento di Berlusconi e dell'Utri nelle stragi] ha mantenuto e semmai incrementato la sua plausibilità"…… “è scaduto il termine massimo delle indagini preliminari”
Gip di Caltanissetta, Giovanni Battista Tona
“Gli atti del fascicolo hanno ampiamente dimostrato la sussistenza di varie possibilità di contatto tra uomini appartenenti a Cosa Nostra ed esponenti e gruppi societari controllati in vario modo dagli odierni indagati [ndr Berlusconi e Dell'Utri]. Ciò di per sé legittima l'ipotesi che, in considerazione del prestigio di Berlusconi e Dell'Utri, essi possano essere stati individuati dagli uomini dell'organizzazione quali eventuali nuovi interlocutori”….”la friabilità del quadro indiziario impone l'archiviazione”
Sentenza della Corte di Assise di Appello di Caltanissetta, che il 23 giugno 2001 ha condannato 37 boss mafiosi per la strage di Capaci, nel 14° capitolo intitolato "I contatti tra Salvatore Riina e gli on. Dell'Utri e Berlusconi"
E’ provato che la mafia intrecciò con i due un rapporto fruttuoso quanto meno sotto il profilo economico”. …”nel 1992 il progetto politico di Cosa Nostra sul versante istituzionale mirava a realizzare nuovi equilibri e nuove alleanze con nuovi referenti della politica e dell'economia. Cioè a indurre nella trattativa lo Stato ovvero a consentire un ricambio politico che, attraverso nuovi rapporti, assicurasse come nel passato le complicità di cui Cosa Nostra aveva beneficiato.”
Le dichiarazioni di Berlusconi superano ormai qualunque immaginazione. E’ esilarante sentirlo dire che nessuno più del suo governo ha agito contro la mafia. Ci chiediamo chi, se non il suo governo, abbia fatto un provvedimento come lo “scudo fiscale” che favorisce i mafiosi ed i capitali che essi hanno all’estero, riducendo il costo della loro “ripulitura” dal 50% al 5%? Ci chiediamo chi, se non il suo governo, abbia inserito nella Legge Finanziaria, in questi giorni in discussione alla Camera, la norma sulla vendita dei beni sequestrati alla mafia che permetterà alla stessa di rientrarne in possesso – statene certi – ad aste ribassate?

Commenti   

#3 Noi Midi 2009-12-01 21:43
Chi siede nelle Camere del Potere, per lo più sono dei Politicanti legati agli interessi propri e dei loro veri Padroni \"Occulti\". Qualche persona seria c\'è, ma è una esigua minoranza. Il \"Popolame\" \"Taliano\" ha perso ogni principio, soldi e ancora soldi facili. Balle, balle ed ancora balle, raccontate dai soliti Politicanti \"Pinocchi\" ed il \"Popolame\" \"Taliano\" ci crede o è talmente schifato che non crede più a niente. Basta ricordare la famosa frase: \"Mai con il mafioso di Arcore\". Cosa aggiungere ...
Direi, invece di lavorare nella politica per riportare dignità al Lavoratore e pensionato. Ritornare ai 35 anni di lavoro per la pensione e dare posto ai nostri figli. Onorevole Antonio Borghesi, incominciamo una vera azione politica, data la grave situazione attuale. Io ho già iniziato lòa mia battaglia per il ritorno dei 35 anni di lavoro, molti sono con me, ma non troviamo l\'appoggio politico che ci sostiene. Non parliamo del Sindacato. I soldi ci sono, lo sappiamo tutti o quasi. Meno sprechi, sono sotto gli occhi di tutti.
Flavio Baccaro
#2 Gualtieroblanco 2009-11-30 22:16
Meno male che Bossi è un "fedele alleato" di Berlusconi! Ora si capisce bene per chi ha sempre "lavorato" l'Umberto e la SUA Lega Nord. Altro che Padania e federalismi vari!
Veneti svegliatevi!!!
#1 red.angel 2009-11-30 18:16
Ma veramente ci stupiamo ancora. Non ci vuole molto a capire che gli affari della politica ed i politici stessi sono "incastrati" nelle organizzazioni malavitose di ogni dove. Che tipo di democrazia camuffata è in vigore nel ns. Paese. Dice Bene Sartori che non è necessario abolire la Costituzione Repubblicana, basta svuotarla dall’interno, (io aggiungo) corrompere, imbavagliare, occupare i posti di comando, in un’unica parola: P2 atto finale.
Da siciliano che, per fortuna o per sfortuna non vive più in quella splendida terra, non mi sorprendo più di queste cose. In Sicilia è sempre stato così, a tutti i livelli e in tutti i luoghi dove girano dei "piccioli". Ma anche in tutte le altre parti d'Italia. Anche nei giornali c'è la "malavita", nei sindacati, nei Tribunali, nelle forze dell'ordine, nelle agenzie di lavoro, in banca, dappertutto insomma. La colpa di questa situazione continua ad essere nostra, dei cittadini italiani che si sono adagiati e non fanno niente o quasi per far cambiare le cose. Il problema non è se ha vinto la destra o la sinistra, il problema è una presa di coscienza generale da parte di noi italiani per manifestare la nostra rabbia e il nostro disagio. Dobbiamo farci sentire, discutere, denunciare l'orrenda situazione in cui ci hanno costretto a sopravvivere; dobbiamo farlo nei posti di lavoro, al bar, ci si deve riunire, si deve avere il coraggio di ritornare in piazza, e dovevamo farlo già molto tempo prima, senza nessun colore, se non quello tricolore.
Ritengo che oltre a sfogarsi giustamente nei vari blog occorrono iniziative concrete.
Dobbiamo far girare le informazioni con tutti gli strumenti che abbiamo a disposizione, il passaparola, volantinaggio, mail, blog ecc...
Dobbiamo organizzare sit-in, banchetti continui per le strade e piazze d'Italia,
partecipare alle riunioni per scambio di idee e pensieri. Purtroppo è anche importante avere a disposizione mezzi finanziari per stampare volantini, acquistare materiale, rimborsi spese…
C’è bisogno di uomini e donne onesti e volenterosi, che investono anche una piccola parte del proprio tempo libero per il bene comune, che mettano a disposizione i propri mezzi e le proprie competenze.
Basta lamentarsi, bisogna agire, fare, non serve convincere chi la pensa già come noi (non ce n'è bisogno) ma portare dalla nostra parte chi - malinformati o creduloni - ha votato in buona fede per il partito della disonestà e dell'illegalità, per chi ha votato Lega per conservare i propri privilegi e il proprio benessere locale svendendo al partito del malaffare la restante parte del nostro Paese.
Per chi l'ha votato consapevolmente per il proprio tornaconto personale (mafiosi, corrotti, evasori, ecc... non c'è niente da fare. Ha lo stesso DNA dell’eletto.

Renzo D'Angelo IDV Verona

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.