Finalmente da lunedì prossimo(ore 16) nell’aula della Camera dei Deputati si inizierà a discutere la proposta di legge di Italia dei Valori per l’abolizione delle province.
Abbiamo dovuto lottare per arrivarci. In Commissione “Affari istituzionali” hanno provato in tutti i modi a sospendere l’esame accampando mille cavilli. Ma ora non ci sono più alibi: la prossima settimana sapremo chi prende in giro gli elettori e chi no, chi vuole davvero “ridurre i costi della politica” e chi finge. In campagna elettorale il programma del Pdl prevevdeva espressamente l’abolizione di questo livello istituzionale. Quello del Pd lo prevedeva almeno per le province ove dovranno essere istituite le “città metropolitane”.Parlamentari dell’uno e dell’altro partito hanno presentato proposte di legge per abolirle: ad esempio una che ha come primo firmatario Versace, ma che porta la firma di una cinquantina di deputati parte del Pdl e parte del Pd. In quest’ultimo partito il deputato vicentino Calearo ha anche avviato iniziative pubbliche al riguardo. Ma non abbiate timore: si consumerà un nuovo inciucio tra Pdl, Lega-Nord e Pd per bocciare la nostra proposta di legge. Noi faremo tutti i nomi di chi dirà NO. Sull’opportunità di abolire le province ero già intervenuto in questo blog qualche mese fa: “Abolire le Province, ingrandire i Comuni")

Commenti   

#1 Stenvaag 2009-10-10 02:18
Bravissimi!!!
Metteteli al palo e poi sputtanateli con le cose semplici che la gente riesce a capire.
Grazie infinite!!!

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.