Vi riporto alcuni miei recenti comunicati sulla crisi economica che il duo “Berlusconi-corruttore” e “Tremonti-sul viale del tramonto” dicono ormai superata. Forse per loro, che non soffrono i problemi della gente, ma non certo per le centinaia di lavoratori che quotidianamente perdono il posto di lavoro, né per i piccoli e medi imprenditori, gli artigiani, i piccoli commercianti che devono chiudere, anche perché le banche non erogano credito.

La crescita di suicidi tra disoccupati e piccoli imprenditori ne è una testimonianza evidente. Di fronte a tutto ciò il governo è fermo. Per queste ragioni ho compendiato la situazione nell’appellativo di “Governo struzzo” che ad esso ho attribuito in una breve dichiarazione al TG1.
CONFINDUSTRIA – IDV: BENE MARCEGAGLIA. GOVERNO SEMPRE PIU’ INATTENDIBILE
“E’ curioso che il presidente del consiglio sia, oltre che cieco di fronte ai dati economici disastrosi, anche sordo di fronte alle parole di Emma Marcegaglia. La presidente di Confindustria, ha di fatto sostenuto che è necessaria un’azione più incisiva da parte del governo ed abbiamo dovuto ascoltare un Berlusconi che diceva di sottoscrivere in pieno, dando l’ennesima prova della propria, totale, inattendibilità”. Lo dichiara Antonio Borghesi, vice capogruppo dell’Italia dei Valori alla Camera, aggiungendo che “quando il Cavaliere parla, testuali parole, di cose che ‘dovremmo fare, vogliamo fare’, dà conferma a quanto ormai chiaro, che il nostro paese, cioè, è in gravissimo ritardo nell’affrontare questa crisi economica. Un capo di governo serio dovrebbe parlare al passato degli interventi messi in atto, per dare reale speranza al Paese. E’ chiaro che Berlusconi non possa farlo perché nella politica delle parole, caratteristica dell’esecutivo che egli presiede, la regola è costruire favole infiocchettate su dati inesistenti, al solo fine di ingannare gli elettori”.
CRISI – BORGHESI (IDV): GOVERNO STRUZZO
“I dati parlano chiaro e illustrano una situazione fortemente allarmante. Altrettanto chiara, però, è purtroppo la strategia di questo governo: tenere la testa sotto la sabbia e nascondere la verità agli italiani. La verità è che l’immobilismo dell’esecutivo e la mancanza di una piano strutturale concreto e valido ci faranno pagare il prezzo più alto del panorama internazionale”. Lo dichiara in una nota Antonio Borghesi, vice capogruppo dell’Italia dei Valori alla Camera.
CRISI – IDV: TREMONTI FARNETICA, GUARDI LA REALTA’
“Tremonti dice che la fase apocalittica della crisi economica è finita, mentre molte fabbriche hanno già dovuto chiudere i battenti e molte altre sono a serio rischio”. Lo dichiara in una nota Antonio Borghesi, vice capogruppo dell’Italia dei Valori alla Camera e responsabile dell’economia.
“Dati alla mano – continua Borghesi - si parla già della chiusura di una delle fabbriche Merloni di Nocera Umbra, della Indesit di Torino, della Michelin di Settimo Torinese, della Nuova Sirma di Porto Marghera, della Cortina Tex, uno dei capisaldi nel settore tessile del Lombardo, di una delle fabbriche di gomma e plastica di Regalbuto, in Sicilia. Mi fermo qui per ovvie ragioni”.
“Tutto ciò – aggiunge Borghesi - se il ministro Tremonti lo ignorasse, significa migliaia di operai senza lavoro con conseguente stato di profondo disagio economico per intere famiglie. Ad un governo che continua a lanciare slogan e fare il gioco delle tre carte con fondi stanziati precedentemente, insufficienti a risolvere lo stato del Paese, facciamo presente che questi sono i fatti”. “Se lasciar morire di fame intere famiglie – conclude il responsabile dell’economia IdV - non è un problema della massima gravità, al signor ministro Tremonti chiediamo se dobbiamo arrivare a vedere queste persone chiedere l’elemosina per far sì che il governo si interessi davvero a quello che la crisi economica rappresenta per la gente comune”.
CRISI – IDV: CROLLO ENTRATE E’ ANCHE SEGNO DI MAGGIORE EVASIONE
“Il crollo delle entrate fiscali nei primi due mesi dell’anno è solo in parte dovuto al calo dei consumi, ma è anche conseguenza dell’evasione fiscale”. Lo afferma in una nota Antonio Borghesi, vice capogruppo dell’Italia dei Valori alla Camera e responsabile economia.
“Questo – spiega Borghesi – risulta dal fatto che ci sia stata una diminuzione delle entrate provenienti dall’Iva. Il governo si affanna a dare la colpa del fenomeno esclusivamente alla crisi economica, per evitare di riconoscere la propria politica manchevole, ed anzi controproducente, nella lotta all’evasione, alla quale, di fatto, questo esecutivo, ha palesemente porto la mano, con una notevole diminuzione dei controlli”.

Commenti   

#3 Antonio Borghesi 2009-07-31 17:48
Gentile Fabrizio,
io leggo quotidianamente tutti i commenti e rispondo quando mi viene fatta una domanda. Il commento è un punto di vista che rispetto. Nel suo caso specifico, cosa potevo risponderLe: che Lei è poco informato poiché noi in Parlamento ad ogni decreto facciamo le nostre proposte? Forse lei non ha avuto modo di accorgersene!
del resto basta leggere il mio blog e quasi sempre contiene una proposta, quasi sempre diversa da quella del governo.
Cordialmente.

Antonio Borghesi
#2 Spider 2009-07-31 14:31
Gent.mo Onorevole, Lei risponde alle domande poste sul Suo sito oppure no ? Giusto per sapere se almeno legge i post. Sicuramente il mio non sarà stato interessante, ma farebbe piacere saperere se ho solo perso tempo ad esporre le mie opinioni.
La ringrazio anticipatamente e buone vacanze.
Fabrizio Ferranti
#1 Spider 2009-05-26 14:47
Nel rispettare le opinioni altrui soprattutto se diverse dalle mie , mi meraviglio quando gli altri insultano sempre e costantemente i propri avversari. Ma se proprio Voi fate la battaglia per il rispetto delle Leggi, perchè non iniziate anche a rispettare gli avversari. Forse perchè li ritenete solo nemici da abbattere con qualsiasi mezzo ? Mi lasciate perplesso nel vedere che perseguite solo la strada , o strategia, dell'insulto. Sarebbe molto meglio ed apprezzabile vedere che se qualche volta l'avversario fa qualcosa di buono provaste a condividerlo, oppure generare idee nuove, positive , costruttive , anzichè insultare. Il Vostro leader quando è stato al Governo ha fatto cose positive e riconoscerglielo è obbligatorio ma anche piacevole, seppur sposa idee di sinistra che sono contrarie alle mie. La gente comune come me vorrebbe anche un po' di serenità politica , no insulti, urla , melma gettata sull'avversario in continuazione. Idee diverse è giusto averle , ma confrontatele anzichè urlare ed insultare. Adesso non dite : "l'ha fatto prima lui" perchè sarebbe una cosa troppo infantile. Scrivere "Corruttore" e "Sul viale del tramonto" come titolo sul proprio sito web è un insulto e da qui parte il mio sfogo. Scusate ma la penso così e credo di non essere l'unica persona stanca di sentire e leggere solo insulti in politica.
Siete persone colte ed intelligenti, altrimenti non ricoprireste la carica istituzionale che Vi è stata assegnata , ed allora comportateVi come tali, non come "mercatari" ( in senso buono ) che urlano per vendere i propri prodotti.
Forse anzichè dire che tutto ciò che fa il Governo in carica è sbagliato , anzichè insultare sempre e solo il Capo del Governo ed i Suoi Ministri, provaste a PROPORRE azioni concrete ed attuabili ma non utopistiche ovviamente ( troppo facile, son capace anch'io allora ), allora la credibilità della politica , e la Vostra , crescerebbe tra le persone, ne sono certo.
Cordialmente
Fabrizio Ferranti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il login o registrati.